26 giugno 2022
Aggiornato 04:00
Il Cavallino rampante al GP di Monaco

Disastro Ferrari a Montecarlo: bocciati i piloti

Sebastian Vettel compromette la gara non riuscendo a superare Felipe Massa al pit stop, Kimi Raikkonen la conclude addirittura contro le barriere al decimo giro. Alla fine il magro bottino per la Rossa è un quarto posto

Sebastian Vettel esce dal tunnel di Montecarlo
Sebastian Vettel esce dal tunnel di Montecarlo Foto: Ferrari

MONTECARLO«È stata una corsa difficile, avrei potuto fare sicuramente meglio». È un Sebastian Vettel amareggiato quello che parla ai microfoni della Rai al termine del Gran Premio di Montecarlo, dove il pilota della Ferrari è arrivato quarto. «Al primo pit stop sono uscito dietro Massa – spiega il tedesco – ma non sono riuscito a superarlo e lì credo di aver perso il podio. La cosa positiva è aver fatto punti ma avrei voluto fare meglio, non sono contento». Vettel poi si scusa anche con i tifosi: «La vittoria continua a non arrivare? Io non voglio essere pessimista, siamo solo all'inizio. Peccato perché in questo weekend eravamo veloci ma credo sia stata anche colpa mia, avrei potuto dare di più per superare Massa ed arrivare al podio. La vettura è stata veloce e il team ha lavorato bene, consentendomi al primo pit stop di superare Rosberg». Insomma, il pilota tedesco si assume tutte le proprie responsabilità: «Sono arrabbiato con me stesso. Era la mia gara: è vero che dura 76 giri ma sono cinque quelli che contano. Se fossi riuscito a superare Massa non mi sarei trovato a lottare con gli altri, avrei potuto costruirmi un margine, scegliere quando cambiare le gomme, è lì che ho perso un po' di posizioni. L'atmosfera in squadra però è ottima, ci sono state un paio di gare non ideali e saremmo potuti andare meglio, ma non l'abbiamo fatto. Ho anche provato a ridurre il distacco da Perez, ma non mi sono mai avvicinato abbastanza per superarlo e alla fine sono stato anche fortunato a non andare contro il muro».

Kimi a muro
Peggio ancora è andata al suo compagno di squadra Kimi Raikkonen, ritirato dopo un contatto contro le barriere avvenuto nel corso del decimo giro. Il pilota finlandese ha provato a proseguire la gara con l'alettone danneggiato, colpendo anche Romain Grosjean e finendo sotto investigazione per guida pericolosa, ma i commissari hanno ritenuto di non infliggergli alcuna penalità. «Non è stata una gara semplice, speriamo di tornare davanti in futuro. Ho faticato con l'aderenza per tutto il weekend e sono finito a muro quando andavo molto piano, eppure ho perso l'anteriore e non sono riuscito a rimettere la vettura in pista. Poi ho dovuto parcheggiare la vettura fuori dal tunnel, perché non potevo lasciarla in mezzo alla pista con l'alettone rovinato».

(da fonte Askanews)