5 dicembre 2019
Aggiornato 20:00

Ambrosini e Marocchi bocciano Balotelli: «Totalmente inutile»

Gli ex centrocampisti di Milan e Juventus sono concordi nella considerazione di un calciatore che ha ormai perso definitivamente tutte le occasione a lui concesse.

MILANO - Sassuolo-Milan del 6 marzo 2016 verrà ricordata come l’ufficiale resa dei rossoneri dalla corsa al terzo posto (peraltro già irraggiungibile ai più arguti conoscitori del pallone), ma anche per l’ultima (si spera)occasione fallita da Mario Balotelli, chiamato a sostituire l’infortunato Niang ed autore di una prestazione abulica, scialba, in cui mai è riuscito ad entrare nell’area di rigore avversaria. Sostituito a metà ripresa da Menez, Balotelli è uscito dallo stadio di Reggio Emilia nell’indifferenza generale di un pubblico che ha perso ormai ogni speranza. I tifosi del Milan in estate sognavano il ritorno di Zlatan Ibrahimovic, si sono ritrovati col figliol prodigo Mario, i risultati sono evidenti, l’ex Liverpool sarà rispedito in Inghilterra e troverà poi una sistemazione in un campionato di basso profilo, ciò che merita un atleta incompleto come Balotelli. La situazione del Milan in attacco è drammatica: Bacca è in affanno ed è l’unico a buttarla dentro, Menez deve riacquistare il ritmo partita dopo sei mesi ai box, Niang è fuori fino a maggio e non era comunque Pelè, tutt’altro, di Balotelli abbiamo già tristemente parlato, infine Luiz Adriano, le cui tracce si sono misteriosamente perse dopo la cessione in Cina prima ratificata e poi saltata (della quale magari daranno la colpa a Galliani).

Elemento irrilevante
Di Mario Balotelli hanno parlato anche negli studi di Sky Sport gli ex calciatori Massimo Ambrosini e Giancarlo Marocchi, entrambi concordi nella definitiva bocciatura dell’attaccante bresciano: «Balotelli si è mosso male e solamente nei primi 10 minuti di gioco - afferma Ambrosini - e penso che Mihajlovic farebbe bene a puntare su Menez». Gli fa eco Marocchi che sostiene: «Balotelli ha avuto un atteggiamento inaccettabile a Reggio Emilia, non è mai stato pericoloso e in più sembra sempre più avulso dal resto della squadra, non parla e non sostiene i compagni. Il feeling con Bacca è pessimo e inoltre Balotelli non fa nulla per migliorarlo».  Poveri tifosi del Milan, sognare Ibrahimovic (promesso dal presidente Berlusconi che come al solito ha fatto tanto fumo e niente arrosto) e ritrovarsi con Balotelli. Milan al terzo posto….forse ai confini della realtà.