25 febbraio 2020
Aggiornato 02:00
Roma-Palermo finisce 5 a 0

Totti: «A giugno deciderò il mio futuro»

Nel match contro il Palermo l'allenatore della Roma, Luciano Spalletti, ha deciso di tenere fuori il capitano Francesco Totti. Dispiacere da parte del giocatore, che intanto pensa al suo futuro

ROMA - «Ognuno ha la libertà di dire e pensare quello che vuole. L'ultima parola aspetta sempre a me. So quello che posso dare ancora e come ho detto prima a giugno deciderò il mio futuro quando mi scade il contratto. Anche perché così non riesco a starci: sto male io, sta male la gente che mi intorno». A parlare è Francesco Totti che in un'intervista a Rai Sport, torna sull'esclusione da parte del tecnico della Roma Luciano Spalletti.

Dispiace stare in panchina
«Per un giocatore come me è normale che dispiaccia stare in panchina, ma l'avevo messo in preventivo. Io sono a disposizione del mister quando ha la possibilità e la voglia di farmi giocare sono sempre pronto. Ho sempre dato tanto a questa Roma ed è normale che poi avendoci questa età ho sempre avuto possibilità di giocare, però, io vengo da un infortunio brutto. Da uno/due mesi a questa parte ho recuperato benissimo, perciò è solo una scelta tecnica», spiega il capitano.

Giocare fino a 40 anni?
Sulla differenza tra l'ex tecnico Garcia e Spalletti dice: «Stiamo parlando di due allenatori diversi. Come approccio agli allenamenti e alle gare ognuno ha il suo modo di lavorare, io conosco già quello di Spalletti perché ce l'ho avuto tanti anni fa. È un allenamento più intenso rispetto a quello di Garcia, ognuno fa la sua scelta ed è libero di allenarsi più o meno duramente e in base a quello cerchi di scendere in campo sempre al massimo della condizione fisica». Battute finali sulla possibilità di continuare a giocare fino a 40 anni: «Io voglio giocare perché mi sento ancora giocatore. Ho la fortuna che è ancora una passione. Arrivo per primo, vado via per ultimo e quando c'è umiltà e voglia di giocare la mia testa mi dice di continuare e nessuno mi impedirà di smettere».

(con fonte Askanews)