13 ottobre 2019
Aggiornato 23:00

GdF a Casa Milan: Galliani indagato per evasione fiscale

Questa mattina verso le 8.30 i militari della Guardia di Finanza si sono presentati a Casa Milan per un’acquisizione di documenti. È in corso un’indagine per un’ipotesi di reato di evasione fiscale false fatturazioni che vedrebbe tra gli indagati l’ad rossonero Galliani e i presidenti di Napoli e Lazio De Laurentiis e Lotito.

MILANO - Brusco risveglio questa mattina per Adriano Galliani e per tutto l’universo rossonero. Alle 8.30 in punto, come riportano le agenzie, i militari delle Fiamme Gialle si sono presentati a Casa Milan con un decreto di perquisizione e sequestro nei confronti di 64 persone tra cui massimi dirigenti del nostro football, calciatori e procuratori di squadre di calcio di serie A e B. L'ipotesi di reato è evasione fiscale e false fatturazioni. L'inchiesta è condotta dai pm della procura di Napoli Danilo De Simone, Stefano Capuano e Vincenzo Ranieri, coordinati dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli. 

Galliani e Lotito tra gli indagati

Il motivo della Guardia di Finanza a Casa Milan è che tra gli gli indagati, oltre al numero uno della società partenopea Aurelio De Laurentis, il presidente della Lazio Claudio Lotito, l'ex presidente e Ad della Juventus Jean Claude Blanc, ci sarebbe anche l'Ad del Milan Adriano Galliani. 

Tra i calciatori, indagati anche 'il pojo' Lavezzi e l'ex Giocatore Crespo. Coinvolti, infine, diversi procuratori, tra cui Alessandro Moggi. Sequestrati beni per 12 milioni.