25 gennaio 2020
Aggiornato 20:00
Lotta eterna in Yamaha

Lorenzo: «Chi lotterà per il titolo 2016? Io sì. Ma Vale...»

Il campione del mondo in carica della MotoGP, nella sua prima intervista del nuovo anno, fa le sue previsioni sul prossimo Mondiale: «Ho fiducia in me stesso, saprò gestire la pressione. Rossi? Dipenderà dalla sua testa»

ROMA«Valentino Rossi lotterà per il titolo mondiale nel 2016? Non lo so. Ma di sicuro io sì». Bentornato Jorge Lorenzo. Chi si rivede: sono passate le feste, è cominciato un nuovo anno, ma lo ritroviamo sempre là. Assiso sul suo trono di campione del mondo di MotoGP, mentre continua a stuzzicare il compagno-rivale e a rilasciare le sue solite interviste sfrontate. Che ormai sono diventate una costante, da quando allo scorso Gran Premio di Valencia ha battuto il Dottore (e per carità di patria sorvoliamo sul come) aggiudicandosi il suo quinto titolo iridato. L'anno prossimo, stando alle sue parole, Por Fuera è già pronto per il bis: «La pressione che avrò sarà la stessa di quando ho vinto – sostiene – Ho fiducia in me stesso, lotterò contro avversari molto duri, i migliori al mondo, ma darò tutto e con 13 stagioni alle spalle saprò gestire meglio le pressioni. E alla Yamaha mi hanno sempre trattato bene, mi hanno fornito il materiale migliore sin da quando sono arrivato in MotoGP e mentre Rossi dominava ancora». Ma la vera domanda è: anche Valentino, secondo Lorenzo, sarà in grado di lottare nuovamente per il titolo? «Dipenderà dalla sua mentalità – risponde – da come ha metabolizzato quanto è successo e come pensa di affrontare la prossima stagione. Ma il tempo cura tutto, sono sicuro che nel 2016 la situazione si normalizzerà».

Jorge fa le carte al 2016
Dunque, stando al campione maiorchino, le possibilità per il suo collega di Tavullia di aggiudicarsi la decima iride dipendono soprattutto dal fattore psicologico, dalla sua capacità di superare la delusione e la frustrazione causatagli, in ultima analisi, da lui stesso, oltre che dal suo sodale Marc Marquez. Tornando a parlare in prima persona, però, Jorge Lorenzo non ha in mente soltanto la difesa del campionato mondiale: «Al 2016 chiedo salute, vincere un altro titolo e il rinnovo di contratto». Un 2016 che comincerà subitissimo: il 18 gennaio a Barcellona è già in programma la presentazione ufficiale della nuova Yamaha. E poi da febbraio si torna in pista, con i primi, cruciali test a Sepang: «Sarà una breve vacanza, avremo da fare molto presto – ammette lo spagnolo – I test di febbraio saranno molto importanti. Avremo delle gomme nuove, le Michelin, e una centralina unica per cui abbiamo tanto lavoro da fare se vogliamo lottare di nuovo per vincere. Ma sono sicuro che piano piano ci andremo adattando e saremo competitivi».