29 marzo 2020
Aggiornato 20:30
Ciclsimo | Tour de France 2015 - 3a tappa

Rodriguez vince ad Huy, Froome in giallo

Lo spagnolo Joaquin Rodriguez ha vinto la terza tappa del Tour de France, da Anversa al Muro di Huy di 159,5 km. Un vero e proprio show sul muro arrivo della Freccia Vallone con pendenze anche del 23 per cento. Nibali a 1'38 dal leader.

HUY - Lo spagnolo Joaquin Rodriguez ha vinto la terza tappa del Tour de France, da Anversa al Muro di Huy di 159,5 km. Un vero e proprio show sul muro arrivo della Freccia Vallone con pendenze anche del 23 per cento. Partito negli ultimi metri lo spagnolo ha staccato tutti precedendo al traguardo il britannico Christian Froome ed il francese Alexis Vuillermoz a 4». Nibali settimo a 11». Contador è giunto a 18». Chris Froome è la nuova maglia gialla con 1" di vantaggio sul tedesco Tony Martin e 13" sullo statunitense Tejay van Garderen. Contador ottavo a 36", Nibali tredicesimo a 1'38». Per Rodriguez era il suo muro.

Bruttissima caduta a 58km dal traguardo
«Ho già vinto qui con la Freccia Vallone - ha detto lo spagnolo - Oggi è stato molto difficile. Non potevo sbagliare sul mio muro. Avevo le gambe. La caduta? Non so l'ho evitata alla fine». Tappa caratterizzata da una bruttissima caduta a 58 km dal traguardo che ha costretto alla temporanea neutralizzazione per la mancanza di un numero sufficiente di ambulanze tutte impegnate sul luogo della caduta. Ne paga le conseguenze la maglia gialla Cancellara giunto molto attardato all'arrivo. Domani la quarta tappa, da Seraing a Cambrai a 223.5km. E' una delle frazioni più temute e attese. E' la tappa del pavè. Ci saranno 7 sezioni per un totale di 13,3 km. Il primo tratto di pavè è al km 101 della frazione poco dopo Pont a Celles; l'ultimo e più lungo settore, 2300 metri è a 12 km dall'arrivo. Lo scorso anno, anche a causa delle condizioni meteo, la frazione del pavè fu sostanzialmente decisiva per la generale.

Cancellara si ritira dopo la caduta
Il Tour de France di Fabian Cancellara si è già chiuso. Dopo aver conquistato ieri la maglia gialla, il corridore svizzero della Trek è stato coinvolto nella brutta caduta che ha caratterizzato la terza tappa a 60 km dall'arrivo, riportando delle fratture al livello delle vertebre lombari. Stagione davvero sfortunata per Cancellara, che a marzo si era fratturato altre due vertebre ed era stato costretto a rinunciare al Giro delle Fiandre e alla Parigi-Roubaix.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal