22 aprile 2021
Aggiornato 03:00
Formula 1

Il padre di Bianchi: «Più che di F1 sembra un incidente stradale»

«Jules si batte come ha sempre fatto». Il padre di Jules Bianchi, Philippe, ha dato un piccolo aggiornamento sulle condizioni mediche dello sfortunato pilota della Marussia ancora in condizioni critiche all'ospedale di Yokkaichi dopo il terribile incidente occorsogli a Suzuka. Ecclestone: «Fatto tutto il possibile». Marussia con una sola auto a Sochi.

YOKKAICHI - «Jules si batte come ha sempre fatto. Come in corsa. È forte». Il padre di Jules Bianchi, Philippe, ha dato un piccolo aggiornamento sulle condizioni mediche dello sfortunato pilota della Marussia ancora in condizioni critiche all'ospedale di Yokkaichi dopo il terribile incidente occorsogli a Suzuka. «Il professor Saillant e lo specialista inviato dalla Ferrari collaborano perfettamente con i neurochirurghi locali - ha continuato il padre di Bianchi - non potrebbe essere seguito meglio. Non ci sono cambiamenti, tutto il mondo sa che è in una fase critica».

Un apprezzamento particolare a tutti i piloti che sono vicini in questa fase difficile di Jules. «È qualcosa di straordinario che non avrei potuto immaginare, anche se so che Jules è un ragazzo gentile. Mi è piaciuto il gesto di Jean Eric Vergne che ha realizzato un adesivo che i piloti metteranno sul loro casco a Sochi». Vergnè ha distribuito un adesivo con la scritta «Tous avec Jules #17».

Poco da dire sull'incidente. «Difficile dire qualcosa. Sembra più un incidente stradale. In base a quello che succederà avrò sicuramente qualcosa da dire più avanti».

Ecclestone: Fatto tutto il possibile - «Credo che abbiamo fatto tutto quello che si possa fare. Dobbiamo semplicemente esaminare ciò che è accaduto e cosa potrebbe essere fatto per proteggere i piloti». Così Bernie Ecclestone, patron della Formula 1 commenta ai microfoni di Sky Sport l'incidente occorso a Jules Bianchi e quanto si sarebbe potuto fare in tema di sicurezza.

«E' stata una situazione sfortunata - continua - e ci sarà un'indagine indipendente. La mia emozione su Jules è la stessa di tutti». Una eventualità che fa parte del rischio degli sport motoristici? «Non deve essere per forza così. E' passato molto tempo prima che succedesse una situazione di questo tipo». Contento dell'organizzazione del Gp di Russia. «Sì, è davvero super. Avevo già visitato il posto prima delle Olimpiadi e hanno fatto tutto in modo perfetto. Non hanno detto no a nulla. Non c'è stato un solo errore, tutto perfetto».

Marussia con una sola auto a Sochi - Jules Bianchi non sarà sostituito dal team Marussia nel Gp di Russia di Formula1 in programma domenica sul circuito di Sochi. La squadra avrà in pista una sola vettura, quella guidata dall'inglese Max Chilton. La decisione è stata presa «in segno di rispetto» per Bianchi, ancora ricoverato in condizioni critiche, dopo lo spaventoso incidente a Suzuka, durante il Gp del Giappone.