1 agosto 2021
Aggiornato 22:30
Formula 1 | GP Suzuka

Montezemolo: «Pensavamo a Bianchi in Ferrari»

Il Presidente del Cavallino: «Sarebbe stato perfetto per i prossimi anni. Tragedie come quella di ieri devono fare riflettere se qualcosa non ha funzionato, se c'è stato qualcosa che si doveva cambiare». Alonso: «Voglio solo una buona notizia».

GENOVA - «Sono molto triste per quello che è accaduto ieri a questo ragazzo, un ragazzo che è nato con noi e a cui pensavamo come nostro pilota del futuro». Lo ha detto il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, commentando questo pomeriggio, a margine di una visita al Salone Nautico di Genova, il terribile incidente di ieri durante il gran premio del Giappone di Formula 1 in cui è rimasto gravemente ferito Jules Bianchi, il giovane pilota francese della Marussia.

«Se come penso si dovranno schierare 3 macchine l'anno prossimo - ha affermato Montezemolo - pensavamo a lui per la terza macchina in gara e sarebbe stato perfetto per i prossimi anni. Spero solo - ha detto ancora il presidente dimissionario della Ferrari - di avere qualche notizia positiva».

«Purtroppo - ha aggiunto - si ragiona quasi sempre con il senno del poi, tragedie come quella di ieri devono fare riflettere se qualcosa non ha funzionato, se c'è stato qualcosa che si doveva cambiare».

«Certamente ieri - ha sottolineato Montezemolo - è stata una corsa molto particolare con poca visibilità alle 3 di pomeriggio e con tanta acqua. Ne avevamo fatte anche altre di gare in queste condizioni e non era successo niente. L'importante però - ha concluso il presidente della Ferrari - è capire il perché per evitare che accada di nuovo».

ALONSO: VOGLIO SOLO UNA BUONA NOTIZIA - Fernando Alonso sostiene su twitter Jules Bianchi, lo sfortunato pilota francese vittima di un grave incidente domenica a Suzuka. «E' ora di dormire - scrive - Ventiquattro ore sono tante, o molto poche, non lo so! Solo voglio una buona notizia. Andiamo amico per favore. Forza Jules».