1 agosto 2021
Aggiornato 23:00
Formula 1

«Bianchi è grave, ma stabile»

Il responsabile della comunicazione della Fia ha riassunto con queste parole la situazione di Jules Bianchi, il 25enne pilota della Marussia, vittima di un gravissimo incidente ieri nel corso del Gp di Suzuka. In Giappone anche il medico che operò Schumacher.

SUZUKA - «La situazione e' molto grave, ma stabile». Il responsabile della comunicazione della Fia ha riassunto con queste parole la situazione di Jules Bianchi, il 25enne pilota della Marussia, vittima di un gravissimo incidente ieri nel corso del Gp del Giappone di Formula 1. Bianchi è ricoverato in terapia intensiva al Mie Genaral Hospital di Yokkaichi.
Ad assisterlo i familiari giunti dalla Francia, alcuni componenti del team Marussia e Ferrari, e il professor Gerard Saillant intervenuto anche in occasione dell'incidente di Michael Schumacher sulle nevi di Meribel.

TEAM MARUSSIA CHIEDE COMPRENSIONE - Pazienza e comprensione. E' quello che il team Marussia ha chiesto a tifosi e media in relazione alle condizioni di Jules Bianchi. «A seguito dell'incidente che ha coinvolto Jules Bianchi nel corso del Gp del Giappone sul circuito di Suzuka, la Marussia F1 Team desidera ringraziare l'enorme effusione di sostegno e di affetto per Jules e la squadra in questo momento molto difficile» è scritto in una nota diramata dalla squadra.
«Per quanto riguarda la comunicazione di informazioni riguardanti la condizione medica di Jules - prosegue il comunicato - rispetteremo i desideri della famiglia Bianchi. Insieme alle cure di Jules, rimarranno la nostra massima priorità. Pertanto, chiediamo pazienza e comprensione per quanto riguarda ulteriori aggiornamenti medici, che saranno comunicati in concomitanza con il Mie General Medical Center di Yokkaichi, dove viene è ricoverato Jules, quando saranno ritenuti opportuni». Dei rappresentanti della Scuderia Ferrari e del Marussia F1 Team rimarranno presso l'ospedale per sostenere Jules e la famiglia Bianchi.