26 gennaio 2020
Aggiornato 18:30
Calcio

Galliani esulta: «La serie A non è spaccata, 16 club per Tavecchio»

Si è dissolto in fretta il gruppo composto dalle 9 società che avevano dichiarato aperto dissenso nei confronti di Tavecchio ed è proprio Galliani ad analizzare la tornata elettorale: «Guardate i numeri, è un risultato straordinario».

ROMA - «Frattura in Serie A? Credo che nella terza tornata 16 società abbiano votato per Tavecchio. Per la prima volta c'è una compattezza simile tra le Leghe». Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, si esprime così dopo l'elezione di Carlo Tavecchio a presidente della Figc. «Le schede bianche sono il 2,42% del totale, ogni squadra di Serie A pesa per lo 0,6%: tutto lascia pensare che 4 club abbiano votato scheda bianca, ma gli altri 16 hanno votato per Tavecchio. Lega spaccata? Guardate i numeri, è un risultato straordinario.

ALBERTINI RESTA UN AMICO - Ora però viene il difficile per Carlo Tavecchio, costretto a mantenere quanto promesso: «Certo, adesso il nuovo presidente, come prevede il programma, deve dedicarsi alle riforme. Ovviamente, come tempi, il primo punto è rappresentato dalla nomina del nuovo commissario tecnico. Non possiamo criminalizzare Tavecchio all'infinito per una frase sbagliata – dice Galliani riferendosi alla gaffe razzista commessa due settimane fa dal neopresidente federale - Tavecchio si è commosso, in queste due settimane ha sofferto molto. E per quanto riguarda Demetrio Albertini, è un amico e resta un amico, ma abbiamo scelto il programma di Tavecchio».