17 luglio 2019
Aggiornato 01:00

Suarez-Barcellona, presentazione vietata

Il club catalano era pronto ad organizzare un grande evento per presentare il Cannibale con la baglia blaugrana, ma la Fifa ha bloccato tutto sul nascere: «Il calciatore non potrà partecipare ad eventi pubblici legati al calcio, nemmeno a scopo benefico»

ZURIGO - Povero Barcellona, circa 80 milioni di euro sborsati per acquisire le prestazioni di Luis Suarez e nemmeno la possibilità di presentarlo alla stampa. Si perché la Fifa si è espressa in maniera chiara in proposito: «La squalifica inflitta a Suarez si riferisce a tutte le attività legate al calcio. Quindi il calciatore non potrà partecipare ad eventi pubblici collegati al pallone, indipendentemente dal luogo dove essi si svolgano. Il giocatore non potrà nemmeno essere coinvolto in un evento di beneficenza, se questo è legato al calcio». Così il portavoce della Fifa, Delia Fischer, in un'intervista rilasciata a «The Guardian», a proposito della squalifica inflitta a Luis Suarez dopo il morso a Giorgio Chiellini. I dubbi erano sorti in occasione del recente passaggio del calciatore uruguaiano dal Liverpool al Barcellona. Il club azulgrana avrebbe voluto presentare in pompa magna il nuovo colpo di mercato, ma la Fifa ha confermato che «El Pistolero» dovrà attendere la fine della squalifica, con relativa inibizione, per partecipare a qualsiasi iniziativa attinente al mondo del calcio.