20 luglio 2019
Aggiornato 18:00

Abete: Chiuderemo tutto entro aprile

Il Presidente della FIGC ribadisce: Tolleranza zero

ROMA - L'impegno «è quello di dare luogo a tutti i deferimenti che risultassero necessari entro la fine di aprile». Questo l'auspicio del presidente della Figc, Giancarlo Abete, in merito all'inchiesta di Bari legata allo scandalo del calcioscommesse. Il presupposto, come precisa lo stesso Abete, è «che il procuratore Laudati (il capo della Procura di Bari, ndr) invii quanto prima tutta la documentazione alla procura federale. La legge dello Stato - precisa il presidente della Figc - impedisce infatti di attivare gli iter di giustizia sportiva in assenza di documentazione laddove ci sono procedimenti penali».

TOLLERENZA ZERO - Abete ribadisce concetti già espressi dopo gli ultimi sviluppi emersi dall'inchiesta di Bari che hanno portato all'arresto del difensore ex Bari Andrea Masiello: «Ci sarà la tolleranza zero della Federazione, unita alla volontà di celerità e la forte aspettativa che i documenti arrivino presto».