30 luglio 2021
Aggiornato 04:00
Gol fantasma

Blatter: bocciata la tecnologia perché costa e rallenta

Secondo il presidente della Fifa opinabili anche i dati informatici

ZURIGO - La sperimentazione delle tecnologie per eliminare i gol fantasma è stata bocciata perché i sistemi avrebbero comportato costi eccessivi ed un rallentamento del gioco. Lo ha detto oggi il presidente della Fifa, Seppe Blatter, spiegando le ragioni che hanno portato l'International Board a respingere le richieste avanzate anche dalla Federcalcio italiana.

RISULTATI OPINABILI - «L'applicazione di tecnologie moderne può essere molto costosa e per questo non è applicabile a livello globale», ha detto il presidente della Fifa. Blatter a tal proposito ha chiarito di volere regole e sistemi identici ad ogni livello, dal calcio professionistico fino alle categorie amatoriali. Secondo il presidente della Fifa, che ha affermato di essere favorevole a lasciare ogni decisione in mano agli arbitri, sono opinabili anche gli elementi di giudizio forniti da sistemi informatici.

Il calcio è uno dei pochissimi sport di richiamo internazionale a rigettare fermamente l'uso di tecnologie durante gli incontri. Pallacanestro, rugby, scherma, baseball, tennis, football americano e numerose altre discipline di squadra e individuali hanno da tempo adottato sistemi di diverso tipo, principalmente la cosiddetta moviola in campo. La Federcalcio, tramite una lettera inviata ai vertici Fifa dal presidente Giancarlo Abete, si era offerta di condurre una sperimentazione sulle tecnologie di porta per eliminare i gol fantasma.