17 giugno 2021
Aggiornato 00:30
Salute & lavoro

L'importanza della visita medica sul lavoro

Più precisamente questa attività mira a prevenire l'insorgere di eventuali malattie professionali le quali, spesso, hanno carattere di irreversibilità

L'importanza della visita medica sul lavoro
L'importanza della visita medica sul lavoro Ufficio Stampa

Qual'è l'importanza della visita medica sul lavoro? In tema di sicurezza sul lavoro riveste da sempre grande importanza l'attività di sorveglianza sanitaria che è portata avanti dal medico del lavoro.

Questa viene svolta ai sensi di quanto previsto nel testo unico sulla sicurezza e salute dei lavoratori. Ma vediamo più nello specifico l'iter che porta alla sua implementazione in azienda. Per farlo prendiamo spunto da un articolo presente nel blog della società Sicurya.

Si tratta di una società specializzata in servizi riguardo la sicurezza sul lavoro. Dalla formazione alle indagini strumentali. La moltitudine di servizi offerti riesce a garantire un ventaglio completo alle aziende. Tale da metterle in grado di affrontare con serenità tutte queste complesse tematiche.

L'obiettivo della sorveglianza sanitaria

L'obiettivo primario della sorveglianza sanitaria è quello di tutelare la salute del lavoratore. Più precisamente questa attività mira a prevenire l'insorgere di eventuali malattie professionali le quali, spesso, hanno carattere di irreversibilità.

Dal momento che eventuali patologie sono solite manifestarsi in un arco di tempo abbastanza lungo, solitamente di diversi anni di esposizione. Ecco che la visita medica sul lavoro si pone in un contesto che è quello della prevenzione. Cioè l'attività svolta dal medico competente mira a supportare il datore di lavoro nella scelta delle corrette misure da adottare.

Le figure che traggono vantaggio da questa attività non sono solo quelle dei lavoratori ma, a bene pensarci, anche lo stesso datore di lavoro. Infatti questa dal momento che questa attività mira a tutelare i lavoratori questo ha dei vantaggi diretti immediati.

Anzitutto i lavoratori si sentiranno più «al sicuro» sul lavoro e dunque potranno portare avanti le varie attività lavorative con la dovuta serenità. Inoltre, attraverso l'attività portata avanti dal medico competente. L'azienda riduce i rischi dovuti al dover poi andare a gestire eventuali limitazioni. Queste infatti potrebbero anche essere particolarmente impattanti dal punto di vista della produttività.

La visita medica come strumento per garantire la sicurezza sul lavoro

Il datore di lavoro ha l'obbligo stabilito dal D.Lgs 81/08 di tutelare la salute e la sicurezza dei propri lavoratori. In relazione a ciò ogni datore di lavoro dovrà portare avanti l'attività di valutazione dei rischi. Per procedere con questa attività utilizzerà il supporto di RSPP e medico competente.

Nello specifico il medico competente valuta per le varie attività lavorative presenti in azienda quali possono essere i fattori di rischio che possono avere un impatto sullo stato di salute e sulla sicurezza del lavoratore stesso.

In base a tale valutazione andrà a redigere un documento che prende il nome di protocollo di sorveglianza sanitaria e di rischio. In tale documento saranno indicate le visite mediche previste per ogni mansione e la relativa periodicità.

E' bene precisare che in generale in merito alla periodicità possono esserci due situazioni in cui si rende necessaria la visita medica sul lavoro. La prima è quella appena indicata. Cioè quando quest'ultima risulta scaduta e si riferisce alla visita medica aziendale periodica.

Vi sono poi una serie di casi in cui si rende comunque necessaria una visita medica e questi sono indicati nel D.Lgs 81/08 all'articolo 41. Ad esempio in occasione di un cambio mansione, oppure in caso di assenza dal lavoro per motivi di salute se la stessa superi i 60 giorni. Ancora, alla cessazione del rapporto di lavoro, in casi ben specifici, e così via.

Tutte queste situazioni sono state pensate dal Legislatore proprio con l'ottica di cercare di garantire al massimo livello la salute e la sicurezza dei lavoratori. Dunque la visita viene inquadrata come uno strumento per controllare lo stato di salute del lavoratore e in quest'ottica può essere certamente considerata come una delle varie misure di sicurezza.

L'iter legato alla visita medica sul lavoro

Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro prevede che una volta svolta la visita il medico competente compili una cartella sanitaria e di rischio che dovrà poi provvedere ad aggiornare in occasione delle visite successive.

In tale documento sono annotate tutte le informazioni sensibili inerenti lo stato di salute del lavoratore. Chiaramente questo documento è gestito nel rispetto del segreto professionale e le uniche figure che possono avervi accesso sono, appunto, il medico stesso. Ovvero il personale ispettivo degli organi di vigilanza.

Oltre a ciò è previsto che, a valle della visita, il medico competente rilasci il giudizio di idoneità alla mansione specifica. In tale documento il medico provvede ad indicare sinteticamente e senza fornire alcuna informazione in merito ad eventuali patologie del lavoratore. L'esito della visita medica.

Questo documento che contiene il giudizio del medico in relazione alla visita sul lavoro effettuata sul lavoratore deve essere consegnato in copia sia al lavoratore stesso che al datore di lavoro.

E' molto importante infatti ce il datore di lavoro abbia contezza del giudizio di idoneità alla mansione del lavoratore perché solo grazie alla sua conoscenza potrà attuare le indicazioni del medico volte a garantire la sicurezza del proprio personale.

Il giudizio di idoneità alla mansione infatti potrebbe contenere delle prescrizioni da rispettare ad esempio. In tal caso il datore di lavoro sarà tenuto a mettere in piedi quanto necessario per rispettarle.

Le varie possibilità

Una cosa che è bene precisare è che il giudizio di idoneità va sempre riferito ad una o più mansioni specifiche. non esiste infatti il lavoratore che, dopo una visita medica, è idoneo a tutte le possibili mansioni. Dal minatore al lavoro di ufficio, passando per operaio in attività produttive o lavoratore edile.

Dunque il giudizio di idoneità dovrà sempre fare riferimento ed essere contestualizzato in relazione alla mansione. Chiarito questo importante aspetto possiamo dire che le situazioni che possono presentarsi sono sostanzialmente quattro.

Il giudizio di idoneità non contiene alcuna limitazione o prescrizione alla mansione svolta. In tal caso non si registrano particolari criticità. Se invece il giudizio di idoneità contiene delle limitazioni. Ovvero delle prescrizioni.

Sarà cura del datore di lavoro predisporre l'occorrente per rispettarle. Questo può voler dire adottare delle opportune misure organizzative. Piuttosto che adottare degli accorgimenti ergonomici andando a prevedere adeguati investimenti e quant'altro.

Una terza possibilità che può verificarsi è relativa ad un giudizio di non idoneità o di idoneità con limitazioni e/o prescrizioni temporaneo. Questo può, ad esempio, essere dovuto al fatto che il lavoratore presenta un quadro clinico che il medico competente ritiene in rapida evoluzione nel tempo. In tal caso il medico competente indicherà la durata di validità del giudizio in questione e chiaramente bisognerà rispettare quanto indicato dal medico.

Un ultimo caso, infine, è quello rappresentato da un giudizio di non idoneità permanente alla mansione rilasciato dopo la visita medica sul lavoro. In quest'ultimo caso la norma prevede un iter chiaro. Laddove possibile il lavoratore può essere adibito ad altra mansione. In caso contrario, supponendo chiaramente di dover far fronte ad una situazione limite, si potrebbe far ricorso anche al licenziamento per giusta causa.

La non idoneità del lavoratore

Premesso il fatto che tipicamente casi che portano alla non idoneità di un lavoratore presuppongono situazioni molto particolari. Possiamo dire che si tratta sicuramente di una situazione che può essere molto spiacevole.

Non dobbiamo però dimenticare che stiamo toccando un bene difeso anzitutto dalla Costituzione. Cioè la salute delle persone. Si tratta dunque di un qualcosa di assolutamente fondamentale.

A questo punto ci fermiamo qui senza addentrarci ulteriormente nella tematica. Per eventuali dubbi però vi invitiamo a rivolgervi a degli esperti come ad esempio i tecnici di Sicurya Srl.