23 gennaio 2019
Aggiornato 10:09

L'eugenolo è attivo contro le metastasi e la crescita del cancro al seno

Un nuovo studio conferma l’attività anti-metastatica e anti-proliferativa dell’aroma di eugenolo contro le cellule del carcinoma mammario triplo negativo e HER2 positivo. Il ruolo degli oli essenziali

Cancro al seno e oli essenziali
Cancro al seno e oli essenziali

Gli oli essenziali sono dei prodotti naturali molto potenti, per questo motivo devono essere utilizzati con una cerca cautela e con cognizione di causa. Un componente aromatico, estratto dall’olio essenziali di chiodi di garofano o da quello di cannella, chiamato eugenolo, è risultato essere attivo contro le cellule del cancro al seno.

L’attività anti tumorale dell’eugenolo - In un nuovo studio condotto dai ricercatori del Pharmacology and toxicology department della King Saud University di Riyadh (Arabia Saudita) e del Cancer Biology Department, Virology and Immunology Unit e National Cancer Institute della Cairo University (Egitto), si è scoperto che l’aroma di eugenolo presenta una forte attività anti-metastatica e anti-proliferativa contro le cellule del carcinoma mammario triplo negativo e HER2 positivo. Lo studio, guidato dal dottor Mashan L. Abdullah, conferma dunque le grandi potenzialità degli oli essenziali e i loro composti aromatici anche nella lotta ai tumori.

L’eugenolo - «L’eugenolo – scrivono i ricercatori su BMC Complementary and Alternative Medicine – è un composto fenolico naturale e possiede attività antitumorali e antibatteriche. Il cancro al seno è un importante problema di salute globale e la maggior parte degli agenti chemioterapici sono altamente tossici con effetti collaterali a lungo termine». Lo studio si è prefisso lo scopo di esplorare la possibilità di usare l’eugenolo come agente antimetastatico e anti-proliferativo contro le cellule di cancro al seno MDA-MB-231 e SK-BR-3.

Lo studio - Il dottor Abdullah e colleghi hanno testa in laboratorio gli effetti dell’eugenolo su linee cellulari di cancro al seno MDA-MB-231 e SK-BR-3. Dopo aver trattato con eugenolo queste cellule, i ricercatori hanno misurato la loro proliferazione utilizzando un sistema di rilevamento elettronico cellulare in tempo reale. «L’analisi con citometria a flusso è stata utilizzata per rilevare l’effetto dell’eugenolo sulla morte cellulare – scrivono gli autori – Nelle cellule MDA-MB-231 e SK-BR-3, il potenziale metastatico dopo il trattamento con eugenolo è stato esaminato utilizzando un saggio di guarigione della ferita. La PCR in tempo reale è stata utilizzata per studiare l’effetto di eugenolo sull’espressione di geni anti-metastatici come MMP2, MMP9 e TIMP-1, e geni coinvolti nell’apoptosi tra cui Caspase3, Caspase7 e Caspase9».

I risultati - A seguito delle analisi e dell’osservazione dei risultati, i ricercatori hanno scoperto che «il trattamento con 4 μM e 8 μM di eugenolo per 48 ore ha inibito significativamente la proliferazione cellulare di MDA-MB-231, con un tasso di inibizione del 76,4%, mentre 5 μM e 10 μM di eugenolo per 48 ore hanno significativamente inibito la proliferazione delle cellule SK-BR- 3 con un tasso di inibizione del 68,1%. Le cellule trattate con eugenolo hanno mostrato una significativa diminuzione dell’espressione di MMP2 e MMP9 e un aumento insignificante dell’espressione di TIMP1 nelle cellule di carcinoma mammario HER2 positive e triple negative. L’eugenolo ha aumentato significativamente la percentuale di cellule MDA-MB-231 e SK-BR-3 in apoptosi tardiva e ha aumentato l’espressione di Caspase3, Caspase7 e Caspase9». I ricercatori concludono che l’eugenolo è pertanto attivo contro le cellule cancerose del tumore al seno, e sottolineano che questo «è il primo studio che descrive l’effetto antimetastatico di eugenolo nei confronti delle linee cellulari di carcinoma mammario MDA-MB-231 e SK-BR-3».

Riferimento: Mashan L. AbdullahView ORCID ID profile, Mohamed M. HafezEmail author, Ali Al-Hoshani and Othman Al-Shabanah - ‘Anti-metastatic and anti-proliferative activity of eugenol against triple negative and HER2 positive breast cancer cells’ - BMC Complementary and Alternative Medicine - https://doi.org/10.1186/s12906-018-2392-5.