6 dicembre 2021
Aggiornato 21:30
Oli essenziali

Attenzione a questi oli essenziali: possono far crescere il seno negli uomini

Alcuni oli essenziali sono accusati di provocare la crescita del seno agli uomini associato a una minor produzione di testosterone

Non tutto ciò che è naturale è anche innocuo. Se una determinata sostanza può svolgere un’azione positiva sul nostro organismo è ovvio che può anche causare qualche effetto collaterale. È impensabile pensare che i rimedi green siano sicuri al 100%. Gli oli essenziali, poi, sono un genere di prodotti che va utilizzato con estrema cautela. Si tratta, infatti, di prodotti altamente concentrati che – se non utilizzati in maniera appropriata – possono causare danni, anche gravi. Per tale motivo non bisogna mai usarli puri e non bisogna superare le 3-10 gocce giornaliere. Ma ora alcuni scienziati puntano il dito anche in qualità di perturbatori ormonali. Ecco perché.

Fanno crescere il seno negli uomini
Come accennato, gli oli essenziali sono prodotti molto concentrati. In poche gocce, infatti, possono essere racchiusi chili e chili di vegetale. Ciò significa che anche se a noi sembrano dosi ridotte in realtà si tratta di quantità estremamente elevate. A tutto ciò si aggiunge la loro incredibile penetrabilità a livello ematico. Poco dopo averle applicate sulla pelle, infatti, gli oli essenziali penetrano negli strati profondi fino a entrare nel circolo sanguigno. Da qua si evince la loro potenzialità in termini curativi ma anche la loro eventuale pericolosità.

Gli oli essenziali sotto accusa
Gli oli essenziali incriminati che hanno mostrato una relazione positiva tra il loro utilizzo e la crescita del seno negli uomini sono quello di lavanda e melaleuca alternifolia – da molti conosciuti con il nome di tea tree. A suggerirlo è stato un recente studio condotto dal NIEHS (National Institute of Environmental Health Sciences). Per arrivare a tali conclusioni, i ricercatori hanno analizzato alcuni composti chimici che hanno la peculiarità di interferire con gli ormoni.

Aumento degli estrogeni
Sembra che questi due oli essenziali aumentino il rischio di sviluppare ginecomastia, ovvero lo sviluppo del seno negli uomini. Tra le cause principali ci sarebbero alcuni composti contenuti nella lavanda e nel tea tree, i quali aumenterebbero il livello di estrogeni e, al tempo stesso, ridurrebbero quelli di testosterone. Lo studio ha anche rilevato che quando gli uomini smettevano di usare tali prodotti, la sintomatologia – seppur lentamente- diminuiva visibilmente.

Si trovano un po’ ovunque
Il dottor J. Tyler Ramsey, autore principale dello studio, mette in guardia tutti gli uomini: questi composti – oltre a essere utilizzati come rimedi naturali possono trovarsi un po’ ovunque. Per tale motivo è essenziale controllare bene le etichette di shampoo, bagnoschiuma, saponi, dentifrici, creme per la pelle, lozioni per i capelli e persino detersivi. «La nostra società ritiene che gli oli essenziali siano sicuri, ma possiedono una quantità diversa di sostanze chimiche e dovrebbero essere usati con cautela perché alcune di queste sostanze chimiche sono potenziali perturbatori endocrini», ha dichiarato Ramsey.

Il test
Per arrivare a tali conclusioni, gli scienziati hanno testato in laboratorio l’esposizione agli oli essenziali di lavanda e melaleuca su cellule umane. «Gli oli essenziali alla lavanda e alla melaleuca causano problemi all’ambiente e dovrebbero essere esaminati ulteriormente. Molti degli elementi chimici testati appaiono in almeno altri 65 oli essenziali, il che è preoccupante. I risultati hanno mostrato come un individuo che utilizza tali oli contenenti queste sostanze chimiche può sviluppare un tessuto mammario», spiega Ramsey.

Niente panico
E’ anche importante sottolineare che non tutti gli uomini che usano questo tipo di oli essenziali sviluppano il seno, ciò significa che il fenomeno si presenta solo nelle persone predisposte ed, eventualmente, sensibili a questo genere di sostanze chimiche. O, più probabilmente, negli individui che usano gli oli essenziali ad alto dosaggio. Inoltre, «vi sono importanti fattori che devono essere presi in considerazione nell’interpretazione di questi risultati: i test sono condotti su cellule tumorali, che potrebbero non rappresentare la situazione nel tessuto mammario normale», spiega Rod Mitchell del Queens Medical Research Institute di Edimburgo.

Ulteriori studi
Prima di puntare il dito contro alcuni prodotti, sarebbe opportuno eseguire ulteriori verifiche. Per esempio non è chiaro se gli oli essenziali utilizzati siano puri al 100% o meno. Inoltre, come suggerisce Mitchell «la concentrazione (dose) a cui sono esposte le cellule potrebbe non essere equivalente all'esposizione nell'uomo: esiste una relazione complessa tra estrogeno, testosterone e altri ormoni nel corpo, che non possono essere replicati in questi esperimenti». Ciò significa che «allo stato attuale, non ci sono prove sufficienti a sostegno del concetto che l'esposizione alla lavanda e ai prodotti contenenti olio dell'albero del tè causino la ginecomastia nei bambini, e sono necessari ulteriori studi epidemiologici e sperimentali», conclude Mitchell.