22 ottobre 2018
Aggiornato 07:00

Bambino ha una strana tosse “fischiante” che non passa, i medici scoprono l’inaspettata causa

Medici non riuscivano a spiegare il motivo di una misteriosa tosse ‘fischiante’ che aveva colpito un bimbo di 4 anni. Dopo averlo sottoposto a esami più approfonditi scoprono l’inaspettata e bizzarra causa
Bimbo con tosse - Immagine rappresentativa
Bimbo con tosse - Immagine rappresentativa (New Africa | shutterstock.com)

Sul New England Journal of Medicine (NEJM) è documentato uno strano caso di tosse ‘fischiante’ che aveva colpito un bambino di 4 anni. I medici dell’Istituto di scienze mediche dell’India di Nuova Delhi erano perplessi sul perché questa misteriosa tosse non passasse ma, soprattutto, perché avesse questa forma ‘fischiante’ piuttosto insolita. Dopo approfondite analisi hanno risolto il mistero, scoprendo l’inaspettata causa.

Il caso ‘fischiante’
Nel report, il dottor Suresh C. Sharma descrive il caso di questo bimbo di 4 anni portato dai genitori preoccupati presso la sua clinica otorinolaringoiatrica dopo che il loro figlio aveva sviluppato una strana tosse, caratterizzata da un inquietante fischio ogni volta che aveva un accenno di tosse. Il fatto più strano era che il piccolo nei giorni precedenti – e in quei stessi giorni – non aveva avuto sintomi di malattie dell’apparato respiratorio, raffreddori o influenza. Tosse a parte, il bimbo era in buona salute.

Gli esami
Una volta giunti in clinica, il piccolo è stato sottoposto a visita medica. Il dottor Sharma constatava che in effetti il bambino emetteva uno strano fischio ogni volta che tossiva. E questo fischio pareva provenire dal polmone medio e inferiore sinistro. Sottoposto allora a radiografia toracica, tuttavia non si evidenziava alcun problema a livello dei polmoni. Solo che la tosse sibilante non passava. La presenza di aria intrappolata evidenziata dalle lastre espiratorie hanno allora fatto sospettare che vi potesse essere un problema ai bronchi. Da qui, la decisione di eseguire una broncoscopia rigida.

La scoperta
A seguito di questo esame, i medici dell’Istituto di Scienze Mediche hanno scoperto che il bambino aveva nel suo corpo un fischietto. Sì, proprio un fischietto di quelli da arbitro, che ostruiva il bronco segmentario sinistro, dove vi sono le vie aeree che conducono l’aria ai polmoni. Non si sa come, ma il bimbo doveva aver ‘inalato’ questo fischietto che era finito proprio lì, provocando la misteriosa tosse. Dopo la scoperta, il team medico ha condotto l’operazione di recupero. Dopo di che, con una successiva radiografia si è evidenziato che non vi era presenza di altri corpi estranei – fatto confermato dalla cessazione immediata della misteriosa tosse. Ora il piccolo sta bene, ma i medici mettono sull’avviso i genitori dai piccoli oggetti che possono essere inalati o ingoiati dai bambini, che sono spesso causa di soffocamento e tragica morte.