11 agosto 2020
Aggiornato 06:00
Challenge

Accetta una sfida per mangiare cibo piccante e la ricoverano in ospedale per emorragia

Una vlogger sfida un amico a mangiare tanti noodle ultra-piccanti e il giorno dopo viene ricoverata in ospedale

Avete presente le famose challenge che molti youtuber lanciano in rete per sfidare se stessi o gli altri a sperimentare le situazioni più incredibili? Ebbene, vi presentiamo l’ennesima vittima delle sfide più assurde del secolo e che – probabilmente – denunciano la presenza di una stupidità umana sempre più marcata tra le nuove generazioni. Questa volta la challenge prevede il consumo di un cibo molto piccante, ma uno dei due giocatori si è visto costretto al ricovero ospedaliero. Ecco perché.

Prove insensate
Da sempre l’essere umano ama mettersi alla prova. E tutto ciò non è affatto negativo, se si pensa che sono proprio le sfide che ogni giorno abbiamo con noi stessi che ci permettono di migliorarci. Sempre, ovviamente, se tali sfide siano un po’ più sensate di quelle proposte dai tanti youtuber che troviamo ogni giorno sul web: ragazzi che mangiano decine di panini fino a scoppiare, bambini che ingoiano centinaia di caramelle o gelati, utenti che ingurgitano pastiglie di detersivo o persone che si provocano ulcere e ferite con deodoranti. Insomma, niente che possa far pensare a una crescita personale. E non è stata da meno quella ideata da Shannen insieme all’amico vlogger Keelan Unsworth: ingurgitare la maggior quantità di noodle ultra-piccanti.

Noodle ultra-piccanti
Nel caso qualcuno ami particolarmente il gusto piccante, può prvare la stessa marca di Noodle sperimentata da Shannen: i Samyang Hot Chicken Flavor Cup Ramen. Si trovano facilmente su Ebay a poco meno di 5 euro per 70 grammi. Il prodotto è conosciuto in tutto il globo come uno dei più piccanti al mondo. E per tale motivo su Youtube si trovano molte challenge che prevedono il consumo più o meno elevato di tale alimento. I due, a metà sfida, già si lamentano dei problemi che i noodle gli stavano dando. «Fottutamente inferno. Mi è rimasto solo un po' ma non riesco a respirare», dicevano – pensando, prima di iniziare, che gli altri youtuber facessero tutta scena sul fatto che i noodle erano davvero troppo piccanti. «Quando li stavo mangiando, sembrava che la gola si stesse gonfiando e io non potevo più respirare. Stavo anche sudando fortissimo. Non ci rendevamo conto di quanto fosse piccante perché pensavamo sempre che gli altri vloggers stessero esagerando e pensavamo di fare una recensione onesta e veritiera del prodotto», racconta Shannen.

Corsa in ospedale
La sfida si è conclusa relativamente bene se non fosse per il fatto che Shannen è finita in ospedale.
«Dopo averlo mangiato, ho iniziato a soffrire molto. In realtà è accaduto anche a Keelan, ma non stava tanto male come me. Più tardi e il giorno dopo, mentre andavo bagno, vedevo che c’era solo sangue puro. Quindi mi recai al pronto soccorso. Lì mi chiesero se avessi delle emorroidi o cose del genere. Gli ho detto di no, ma ho fatto sapere loro di aver mangiato spaghetti piccanti. Lo stavo dicendo ai medici e alle infermiere e loro hanno iniziato a ridere di me. Ho scoperto che i noodles speziati mi avevano provocato il sanguinamento», racconta la giovane donna.

«Mi ha aiutato»
La donna afferma che la challenge, e di conseguenza il ricovero, l’ha aiutata sotto alcuni punti di vista. Per esempio, i medici in questo modo hanno potuto scoprire che lei aveva delle tracce di una malattia infiammatorie intestinale. I dottori inizialmente le misero una flebo, prima che una colonscopia rivelasse che era a uno stadio precoce di una malattia infiammatoria intestinale (IBD), probabilmente il morbo di Crohn.

Una sfida di successo
La ragazza, appena ventenne, non si è persa d’animo. «Direi che questa sfida è stata "mortale", ma è stata sicuramente una sfida di successo. In un certo senso mi ha aiutato perché hanno trovato tracce microscopiche di IBD. Stavo soffrendo ma non ci stavo davvero pensando. Stavo solo ridendo del fatto che tutto quello che la sfida mi aveva fatto era correre in ospedale. Tutta la mia famiglia era lì a guardami: erano tutti in preda al panico e l'ho trovato davvero molto divertente. Tutti i miei amici dicevano che era una cosa tipica di Shannen. Ho una grande reputazione per fare cose come questa». E poi continua: «ho fatto amicizia con un bel po’ di persone in ospedale, e tutti mi chiedevano come mai ero lì - e ho detto, «beh, ho mangiato degli spaghetti piccanti». Ridevano tutti a crepapelle. Uno diceva: «io sono qui perché ho avuto un ictus e tu sei qui perché hai mangiato noodles». E 'stato divertente però. Ho mostrato loro tutti i video e stavano ancora ridendo di me», racconta Shannen.

Mai più cibo piccante?
«I medici mi hanno avvertito di stare lontano dal cibo piccante, ma ho sempre messo i peperoncini in tutto ciò che mangio e non ho mai avuto problemi . Mi hanno detto: «ti sto solo consigliando. La scelta è tua, ma ti sto consigliando di non farlo». Tuttavia stava ridendo quando l'ha detto, e io sto ancora mangiando peperoncini con tutto», continua la ragazza. E nonostante la diagnosi e gli avvertimenti dei medici, la giovane vlogger ha giurato di farlo di nuovo, questa volta con spaghetti ancora più piccanti.