23 agosto 2019
Aggiornato 04:30
Dieta Keto

Dieta chetogenica, fa perdere peso ma è rischiosa per la salute

La dieta chetogenica è un regime alimentare da evitare. L’allarme lanciato dagli esperti dell’Università di Harvard

Non si fa altro che parlare di diete negli ultimi anni. E, infatti, quasi ogni mese ne esce una nuova anche se quasi sempre priva di qualsiasi fondamento scientifico. D’altro canto, al momento stanno spopolando sul web i regimi alimentari caratterizzati da un consumo ridotto di carboidrati. Possiamo citare, per esempio, la dieta Atkins e la Paleo. Ma quella che si trova in pole position è sicuramente la cosiddetta keto. Secondo gli esperti dell’Università di Harward, tuttavia, anche se è indiscussa la sua virtù dimagrante, potrebbe causare seri effetti collaterali. Ecco di cosa si tratta.

La differenza con le altre diete
Se gli esperti hanno puntato il dito contro la dieta chetogenica un motivo c’è: a differenza delle altre appena menzionate, la keto prevede un apporto altissimo di grassi i quali forniscono il 90% delle calorie giornaliere. Da ciò si evince il totale sbilanciamento nutrizionale a discapito di altri importanti elementi fondamentale per la salute umana come, per esempio, le proteine.

Perché si usa la dieta chetogenica?
«La dieta keto è utilizzata principalmente per ridurre la frequenza delle crisi epilettiche nei bambini, anche se è stata provata per la perdita di peso, solo i risultati a breve termine sono stati studiati ma poco si sa sulla sua reale sicurezza», avverte la dietologa registrata Kathy McManus, direttrice del Dipartimento di Nutrizione presso l'Ospedale Brigham and Women di Harvard.

Come funziona la dieta chetogenica
La dieta ketogenica sfrutta il secondo tipo di carburante più importante per l’organismo: i lipidi. Il cuore e il cervello, infatti, sono gli organi che hanno più bisogno di combustibile e possono usare gli zuccheri o i grassi. Con la dieta cheto si eliminano quasi tutti gli zuccheri a favore dei grassi. In quest’ultimo caso, però, il corpo si vede costretto a produrre corpi chetonici. Affinché ciò avvenga, però, è necessario introdurre una dose di zuccheri (carboidrati) inferiore ai 30-50 grammi giornalieri. Questo significa che persino una banana potrebbe essere troppo – considerando che il frutto contiene mediamente 27 grammi di carboidrati.

-          In sintesi
Una dieta chetogenica da 2000 calorie prevede l’assunzione media di 165 grammi di grassi, 30-40 di carboidrati e 75 grammi di proteine.

I rischi della dieta cheteognica
Il problema principale risiede nel discernimento: non tutti i grassi sono buoni per la salute e quelli saturi sarebbero da ridurre al minimo. Secondo McManus i grassi saturi non devono superare il 7% delle calorie giornaliere ma la maggior parte delle persone non segue questa regola. Non a caso la dieta chetogenica è associata a un aumento del colesterolo LDL e malattie cardiovascolari.

Altri danni della dieta chetogenica
«Se non stai mangiando una grande varietà di verdure, frutta e cereali, potresti essere a rischio di carenza di micronutrienti, tra cui selenio, magnesio, fosforo e vitamine B e C», spiega McManus. Inoltre, l’esperto ricorda che il fegato si vede costretto a metabolizzare dosi elevate di grassi e questo potrebbe anche peggiorare una condizione epatica rimasta silenziosa per anni. D’altro canto, il largo consumo di proteine potrebbe anche danneggiare i reni.

Stitichezza e sbalzi di umore
Altri problemi causati dalla dieta chetogenica sono caratterizzati dalla stipsi. L’eccesso di proteine e grassi a discapito di alimenti contenenti la fibra come i cereali possono causare disturbi intestinali. Un altro effetto collaterale inatteso è quello degli sbalzi di umore. «Il cervello ha bisogno di zuccheri provenienti da carboidrati sani per funzionare, le diete povere di carboidrati possono causare confusione e irritabilità», spiega McManus.

Le altre diete non sono da meno
Gli esperti di Harward ricordano che anche le diete simili come la Paleo e la Atkins possono provocare seri rischi per la salute. Nonostante ciò, tali regimi alimentari stanno spopolando in tutto il mondo. Perché avviene questo? «La gente ascolta in modo aneddotico che funzionano», spiega McManus. E probabilmente a breve termine l’effetto sul peso è davvero visibile, «ma ancora una volta, non conosciamo gli effetti a lungo termine. E seguire una dieta restrittiva - non importa quale sia il piano - è difficile da sostenere: una volta che si riprende una dieta normale, il peso probabilmente tornerà», conclude McManus.

Fonti scientifiche

[1] Should you try the keto diet? - It's advertised as a weight-loss wonder, but this eating plan is actually a medical diet that comes with serious risks – Harvard Health Publishing