20 agosto 2019
Aggiornato 07:30
HVMN Ketone

Scienziati creano una bevanda «chetonica» che ci rende «super uomini»

Alcuni scienziati dell’Università di Oxford riescono a creare una bevanda che offre prestazioni incredibili in termini di energia. I risultati ottenuti su atleti (e non solo)

HVMN Ketone
HVMN Ketone Shutterstock

Una start-up, in collaborazione con una prestigiosa università, ha dato vita a una bevanda mai vista prima d’ora. Gli scienziati sono infatti riusciti a creare il cosiddetto «quarto macronutriente» che offre un’energia immediatamente sfruttabile dal nostro organismo. È migliore della caffeina, dei carboidrati e del glucosio. Permette anche agli sportivi di ottenere un’efficienza e una vitalità nettamente superiori alla norma. Il tutto, senza dover necessariamente cambiare alimentazione. Ecco di cosa si tratta.

Ketone
Un liquido chiaro e incolore racchiuso in una minuscola bottiglietta. Ha le stesse calorie di una piccola fetta di pane ma non contiene carboidrati, né grassi e proteine. Eppure è in grado di produrre la stessa energia che verrebbe fornita da tutti questi elementi messi insieme. L’energia, infatti, è prodotta da chetoni. Ingrediente che Geoff Woo, cofondatore e amministratore delegato di una start-up a San Francisco (HVMN) ama chiamare «il quarto macronutriente». Il prodotto ottenuto è stato ribattezzato con il nome di Ketone.

60 milioni di dollari in ricerca
Per ottenere un prodotto con una simile efficacia, Woo ha investito $ 60 milioni di dollari di ricerca scientifica durata ben dieci anni. Il tutto è stato reso possibile grazie al contributo della Oxford University. «Non è un grasso, non è una proteina, non è un carboidrato, ma il tuo corpo è in grado di ottenere carburante da esso», ha dichiarato Woo.

Energia immediatamente disponibile
Per ora la bevanda è solo disponibile in pre-ordine ma le sue promesse sono notevoli: migliora la capacità atletica e fornisce energia immediatamente sfruttabile. I ricercatori sostengono che migliori le prestazioni in modo mai visto prima d’ora. Generalmente, infatti, il nostro organismo è in grado di prelevare energia grazie alla metabolizzazione di frutta, carboidrati, amidi, e zuccheri. I carboidrati, in particolare, vengono convertiti in glucosio allo scopo di migliorare le performance. Quando questi vengono a mancare, il corpo utilizza i grassi stoccati e li converte in chetoni. Non a caso molti seguono la famosa dieta chetogenica che, tuttavia, ha molti aspetti negativi. La dieta si basa su un maggior consumo di grassi e un ridotto impiego di carboidrati. In questo modo si mangia molto e si perde peso. Tuttavia, la bevanda consente di ottenere effetti molti più marcati senza quelli collaterali derivanti da un regime calorico restrittivo. Regola principale della dieta chetogenica, infatti, sarebbe eliminare i carboidrati. Utilizzando la bevanda, invece, la dieta rimane invariata.

Potresti correre su un muro
La potenzialità di tale bevanda sembrano essere talmente elevate che Brianna Stubbs, ricercatore alla HVMN e studente presso l’Università di Oxford, ha asserito che «potresti correre su un muro», tanto è elevato il livello di energia. Queste prestazioni, secondo il giudizio di Kieran Clarke, professore di biochimica fisiologica a Oxford, sono «diverse rispetto a tutto ciò che abbiamo visto prima d’ora». Inoltre se la bevanda viene associata a una dieta ricca di carboidrati i risultati sembrano essere incredibili, quasi da «super uomo».

Come sette giorni di digiuno
Tra i primi risultati ottenuti – e pubblicati su Cell Metabolism – si evidenziano quelli relativi a un gruppo di ciclisti d’elite (ex olimpionici). Metà di loro aveva bevuto Ketone, mentre gli altri avevano consumato bevande ricche di carboidrati o grassi. Le prestazioni ottenute sono state molto diverse: chi beveva Ketone aveva una media di 400 metri superiore, rispetto a chi assumeva altre bevande energetiche. È da precisare, tuttavia, che «non è come la caffeina, e non è uno stimolante», ha detto Clarke. Una bottiglia di Ketone fornisce 25 grammi di beta-idrossibutirrato (BHB), una delle sostanze che il corpo produce naturalmente in assenza di cibo. Ma entro un'ora dal consumo la bevanda può aumentare i livelli di chetoni come accadrebbe dopo almeno sette giorni di digiuno, spiega Woo.

Non te ne accorgi neppure
«Se non stai guardando quello che stai facendo, tu pensi: oh sto bene, mi sento normale», ma poi guardi bene e improvvisamente dici: «Oh, wow, sono andato molto meglio del solito. In realtà stai andando molto più velocemente e tu non te ne sei neppure accorto». Insomma, la bevanda sembra promettere bene, tuttavia il prezzo è decisamente elevato: il costo per 36 bottiglie supera i mille euro.