23 ottobre 2018
Aggiornato 03:00

Dieta chetogenica, non fa solo dimagrire: protegge anche la vista

Un recente studio ha dimostrato un altro beneficio derivante dalla dieta chetogenica: protegge anche la vista
La dieta chetogenica aiuta i pazienti con glaucoma
La dieta chetogenica aiuta i pazienti con glaucoma (Designer491 | Shutterstock)

La dieta chetogenica è uno di quei regimi alimentari che più ha suscitato dubbi e discussioni negli ultimi anni. A detta di alcune persone è una delle migliori diete che esistano e secondo altre può essere molto pericolosa. D’altro canto gli effetti a livello di salute, specie da un punto di vista neurologico, sembrano essere stati accettati da molte persone e dalla stessa comunità scientifica. Spesso, infatti, è stata sperimentata con successo in alcuni pazienti epilettici o affetti da Alzheimer. Va da sé, tuttavia, che in tali casi può essere effettuata solo sotto stretto controllo medico. Una nuova ricerca, però, ritiene che i benefici si estendano anche ad altri apparati: come quello visivo, per esempio. Ecco perché.

Dieta chetogenica e vista
La dieta chetogenica è contraddistinta da un elevato numero di grassi e un bassissimo numero di carboidrati. Nonostante ciò, è una delle diete più dimagranti che esistano. Il motivo della sua efficacia è molto semplice: in carenza di zuccheri, l’organismo di vede costretto ad attingere a fonti energetiche alternative prelevando i grassi stoccati. In questo modo si ottiene una perdita di peso abbastanza celere, purché i grassi che introduciamo siano quelli definiti buoni. Questo semplice escamotage potrebbe anche migliorare la visione nei pazienti affetti da glaucoma.

Pericolo glaucoma
Il glaucoma è una malattia dell’occhio abbastanza diffusa la quale, tuttavia, può portare a seri danni perché le cellule che trasmettono informazioni al cervello vengono deteriorate fino a portare – in alcuni casi – alla cecità. I ricercatori della Northeast Ohio Medical University (Stati Uniti), coordinati dalla professoressa Denise Inman, hanno però trovato una soluzione per rallentare questo pericoloso processo: la dieta chetogenica.

Protegge le cellule
Secondo i risultati ottenuti dai loro studi, una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati è in grado di proteggere le cellule dalla retina dalla degenerazione. La conseguenza è una migliore connessione tra sistema visivo e cervello. Lo studio, al momento, è stato solo condotto su modello animale e ha evidenziato come i topi che seguivano una dieta chetogenica fossero maggiormente protetti dalla cecità.

Lo studio
Durante lo studio, gli scienziati hanno arruolato topi geneticamente modificati per sviluppare il glaucoma e a metà di loro è stata somministrata una dieta chetogenica per due mesi, composta dal 90% di grassi. I risultati hanno dimostrato che tale dieta era in grado di proteggere le cellule della retina dalla degenerazione aumentando, al tempo stesso, la disponibilità di energia. Nonostante l’esito positivo, i ricercatori ritengono che sono necessari ulteriori studi affinché il tutto venga confermato. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Neuroscience.

Perché la dieta funziona anche con il glaucoma?
Un altro studio, condotto nel 2012, aveva già messo in evidenza il ruolo protettivo della dieta chetogenica nei confronti del glaucoma. «I meccanismi cellulari putativi alla base dell'attività neuroprotettiva della dieta chetogenica sono stati identificati in studi neurologici, compresi gli effetti sul metabolismo energetico, il sistema GABA, tossicità mediata da glutammato, meccanismi antiossidanti, morte cellulare programmata, meccanismi anti-infiammatori e produzione di acido kinurenico. Degno di nota, si pensa che gli stessi meccanismi siano coinvolti nel glaucoma. Date queste somiglianze meccanicistiche, si propone di testare la dieta chetogenica per la sua efficacia nelle malattie neurodegenerative dell'occhio», scrivono gli scienziati. Dalle loro ricerche sono stati evidenziati risultati simili: «quando queste osservazioni sulle somiglianze meccanicistiche sono prese insieme, esiste la possibilità che la dieta chetogenica possa essere neuroprotettiva nei confronti di alcune malattie dell'occhio quali il glaucoma, le malattie mitocondriali del nervo ottico o le malattie ischemiche retiniche (retinopatia diabetica e retinopatia della prematurità). Dimostrare l'efficacia della dieta in queste condizioni richiederebbe però anche uno studio di proof-of-concept da seguire, in caso di successo, da studi su un numero maggiore di pazienti», concludono gli scienziati.

Fonti scientifiche

[1] Med Hypothesis Discov Innov Ophthalmol. 2012 Autumn; 1(3): 45–49. PMCID: PMC3939735 PMID: 24600621 A Ketogenic Diet May Offer Neuroprotection in Glaucoma and Mitochondrial Diseases of the Optic Nerve Tomasz Zarnowski,1 Maria Tulidowicz-Bielak,1 Ewa Kosior-Jarecka,1 Iwona Zarnowska,2 Waldemar A. Turski,3 and Maciej Gasior