15 novembre 2018
Aggiornato 09:51

Scoperto un nuovo micro-organo: fa parte del sistema immunitario

Scienziati del Garvan Institute scoprono un nuovo micro-organo capace di combattere le infezioni
Scoperto un nuovo micro-organo
Scoperto un nuovo micro-organo (Christoph Burgstedt | Shutterstock)

E’ appena stato scoperto un nuovo micro-organo, fa parte del sistema del sistema immunitario e potrebbe cambiare radicalmente il nostro modo di concepire i vaccini. Gli scienziati hanno svelato che forma uno strato super sottile sulla superficie dei linfonodi. Durante lo studio, il team di ricerca ha anche identificato il luogo in cui il sistema immunitario è in grado di memorizzare le infezioni già avute in precedenza allo scopo di evitare quelle successive. Ecco i risultati pubblicati su Nature Communication.

La scoperta
La struttura è stata scoperta solo quando gli scienziati hanno effettuato delle registrazioni durante il funzionamento del sistema immunitario. Per osservarlo da vicino hanno utilizzato una sofisticata tecnica di microscopia in 3D ad alta risoluzione. Ricca di cellule immunitarie, la struttura è posizionata strategicamente in maniera da rilevare precocemente l'infezione, rendendola uno strumento unico per combattere un'infezione già avuta in precedenza. «Siamo stati concentrati per così tanto tempo su come far funzionare i vaccini che non ci è importato molto di come il sistema immunitario si ricorda di queste cose», ha dichiarato a IFLScience il dottor Tri Phan dell'Australian's Garvan Institute.

Appare solo quando serve
Il motivo per cui nessuno si era accorto di niente fino a ora è che queste strutture sono dinamiche e, quindi, non sono sempre presenti: appaiono solo quando vi è l’esigenza di combattere un'infezione. «Quindi questa è una struttura che è sempre stata presente, ma nessuno l’aveva aveva ancora vista, perché non si era in possesso degli strumenti giusti. Ci sono ancora misteri nascosti all'interno del corpo - anche se noi scienziati abbiamo osservato i tessuti del corpo attraverso il microscopio per oltre 300 anni», spiega il professor Phan.

Iper veloci
Tali strutture sono state ribattezzate con il nome di SPF e si trovano all’interno dei linfonodi. Il segreto del loro successo è basato sulla velocità. «Quando stai combattendo un batterio che può raddoppiare il numero ogni 20 o 30 minuti, ogni momento conta. Per dirla senza mezzi termini, se il tuo sistema immunitario impiega troppo tempo per assemblare gli strumenti per combattere l'infezione, muori. Ecco perché i vaccini sono così importanti. La vaccinazione allena il sistema immunitario, in modo che possa produrre anticorpi molto rapidamente quando riappare un'infezione. Fino ad ora non sapevamo come e dove accadeva. Ora, abbiamo dimostrato che le cellule B della memoria si trasformano rapidamente in un numero elevato di plasmacellule nell'SPF. L'SPF si trova strategicamente dove i batteri potrebbero rientrare nel corpo e ha tutti gli ingredienti riuniti in un posto per creare anticorpi - quindi è straordinariamente ben progettato per combattere la reinfezione velocemente», spiega Tri Phan.

Nuovi vaccini in arrivo?
La scoperta potrebbe portare alla realizzazione di vaccini migliori. «Fino a ora ci siamo concentrati sulla produzione di vaccini in grado di generare cellule B di memoria. La nostra scoperta di questa nuova struttura suggerisce che ora dovremmo concentrarci anche sulla comprensione di come queste cellule vengono riattivate per produrre le plasmacellule, in modo da rendere questo processo più efficiente», conclude Phan.

Fonti scientifiche

[1] NEW 'MICRO-ORGAN' WAS HIDING IN PLAIN SIGHT - For the first time in decades, researchers have identified a new anatomical structure within the immune system – and they say it’s an important step towards understanding how to make better vaccines. Garvan Institute