13 dicembre 2018
Aggiornato 08:00

Una donna lamenta uno strano mal di schiena e scosse alle gambe: i medici scoprono uno sgradito ospite tra le vertebre

Una donna di 35 anni si presente in ospedale lamentando dolori di schiena e strane scosse alle gambe. Inoltre, si sentiva molto debole ed era caduta più volte. Sottoposta a esami, la sorpresa
Mal di schiena
Mal di schiena (Alliance | shutterstock.com)

FRANCIA – Una donna francese di 35 anni non si spiegava il perché da un po’ di tempo si sentisse sempre più debole e provasse un fastidio alla schiena con delle strane scosse ‘elettriche’ alle gambe. Inoltre, la condizione l’aveva fatta cadere a terra più e più volte. Viste le condizioni sempre più serie, si presenta in ospedale per farsi visitare. Qui, sottoposta a esami, i medici scoprono la verità inaspettata.

I sintomi insoliti
Quello che subito è apparso evidente ai medici è che i sintomi provati dalla donna erano piuttosto insoliti, visto che non vi era una compromissione fisica o ossea alla colonna vertebrale. Nel rapporto pubblicato l’11 luglio sul New England Journal of Medicine (NEJM) si legge che la sorprendete causa dei problemi della donna erano delle larve di un parassita intestinale: la tenia, conosciuto popolarmente anche come verme solitario. Un parassita che, per l’appunto, di solito si trova nell’intestino e non nella colonna vertebrale.

Da dove è arrivato il parassita?
Per capire come la donna si fosse presa la parassitosi i medici hanno chiesto se di recente si fosse recata in qualche Paese straniero, ma lai ha detto di essere sempre rimasta nella sua città. Tuttavia, ha ammesso di aver avuto contatti con animali, in particolare dei cavalli che era solita cavalcare e del bestiame.

L’echinococcosi cistica
Grazie a una risonanza magnetica i medici hanno osservato che alla nona vertebra toracica (a metà della schiena) della donna vi era una lesione molto visibile. Dalla constatazione è apparso subito evidente che la paziente necessitava di un intervento chirurgico per rimuovere la lesione. Dopo i vari test si è poi scoperto che la lesione era causata da un’infezione da Echinococcus granulosus, una piccola tenia che si trova nei cani e alcuni animali da fattoria, tra cui pecore, bovini, capre e maiali. Secondo le autorità sanitarie, questo tipo di tenia può provocare una condizione chiamata echinococcosi cistica, nota anche come idatidosi. Quando si è infettati da questo parassita, le larve formano cisti che crescono lentamente nel corpo di una persona e possono provocare numerosi danni. Come accaduto in questo caso, le cisti sono cresciute nelle ossa, tuttavia in genere queste crescono nel fegato, nei polmoni o nel sistema nervoso centrale dell’ospite.

Come si trasmette l’infezione
Gli infettivologi ritengono che il ciclo vitale di Echinococcus granulosus sia piuttosto complesso. Le uova di questa forma di tenia si trasmette per mezzo delle feci dei cani e altri animali da fattoria. Questi si infettano quando ingeriscono cibo o acqua contaminata dalle uova. Una volta ingerite, queste uova si trasformano in larve, ma non possono svilupparsi in vermi adulti fino a quando non vengono nuovamente ingerite dai cani, per esempio per mezzo di carne del bestiame macellato. L’uomo viene a sua volta infettato quando ingerisce cibo o acqua contaminati dalle feci di cani infetti. L’OMS ritiene che l’infezione umana sia ‘casuale’.

Le larve della tenia nelle vertebre della donna
Le larve della tenia nelle vertebre della donna (New England Journal of Medicine)

Il caso della donna
Secondo il medico che ha curato la donna, il suo caso è molto insolito. L’echinococcosi cistica in Francia è infatti molto rara. In più, spiega il dottor Lionel Piroth specialista in malattie infettive presso il Centre Hospitalier Universitaire di Digione, la donna ha riferito di non avere avuto contatto con dei cani. Secondo l’esperto, l’infezione può essere avvenuta a seguito di ingestione di verdure contaminate dal parassita.