16 novembre 2018
Aggiornato 16:30

I giovani di oggi sono più stupidi, ecco perchè

Secondo gli scienziati i giovani stanno davvero diventando più stupidi. Il quoziente intellettivo o QI è iniziato a scendere di sette punti per generazione
I giovani di oggi sono più stupidi?
I giovani di oggi sono più stupidi? (Brainsili | Shutterstock)

NORVEGIA – La tendenza è abbastanza preoccupante, dicono gli scienziati. I giovani di oggi, checché ne dicano, sono più stupidi (o meno intelligenti) di quelli di ieri. Se da una parte il QI era aumentato ogni decennio dopo la Seconda Guerra Mondiale, a partire dal 1975 ha iniziato a scendere drammaticamente, tanto che pare si perdano 7 punti ogni generazione. Addio dunque al cosiddetto ‘effetto Flynn’ che aveva visto l’aumento del quoziente intellettivo medio negli ultimi 60-70 anni.

Risultati impressionanti
Lo studio condotto dai ricercatori del Ragnar Frisch Center for Economic Research di Oslo, in Norvegia, ha dato dei risultati impressionanti e al tempo stesso preoccupanti, secondo gli autori. Tra i vari motivi per cui il quoziente intellettivo è sceso sempre più negli ultimi decenni, potrebbero esserci le tecniche di insegnamento scolastico – in particolare delle lingue e della matematica – e l’abitudine sempre più diffusa di passare più tempo davanti a un dispositivo elettronico (computer, smartphone ecc.) anziché leggere un libro.

La scoperta
In questo studio, il dott. Ole Rogeburg e Bernt Bratsberg, hanno scoperto che il QI delle persone, oggi, è inferiore a quello dei loro padri quando avevano la stessa età. Per arrivare a queste conclusioni, i ricercatori hanno analizzato i punteggi di un test QI standard di oltre 730mila uomini. L’analisi dei dati ha permesso ai ricercatori di scoprire che il quoziente intellettivo è sceso di 7 punti per generazione, dimostrando che la tendenza è nettamente al ribasso. In sostanza, le persone stanno divenendo sempre meno intelligenti a mano a mano che il tempo passa. Eppure, a sentire i giovani oggi, proprio perché ‘smanettano’ per ore davanti a qualche schermo, si sentono più intelligenti di coloro che un tempo queste cose neanche le conoscevano.
Quale che sia il motivo, o la realtà, anche un precedente studio britannico aveva suggerito che il QI medio delle persone era calato di circa 4,3 punti in dieci anni. Che futuro ci riserva dunque questa umanità?