13 dicembre 2018
Aggiornato 21:30

A 16 anni è già morto 3 volte: l’incredibile storia di Wyatt

Un ragazzo di 16 anni, Wyatt Bruesch, che gareggia nei rodei è stato riportato in vita dopo essere morto tre volte. L’impresa incredibile di un medico
Il ragazzo che è morto 3 volte
Il ragazzo che è morto 3 volte (L'articolo comparso sul Daily Mail)

STATI UNITI –  La storia di Wyatt Bruesch, un ragazzo di 116 di Albion nell’Idaho (Usa) ha davvero del singolare – a dir poco. Lui, che dall’ottobre scorso ha deciso di fare il ‘bull rider’ nei rodei, se l’è vista davvero brutta. E al momento è vivo solo grazie all’intervento incredibile di un medico.

Muore tre volte
Il giovane Wyatt ha partecipato a diversi rodei con i tori, e fino al maggio scorso gli è andata bene. Poi, quel tragico giorno, uno di questi tori la disarcionato e poi l’ha calpestato. Il risultato è stato una gravissima emorragia causata da una vertebra rotta che gli ha letteralmente reciso l’arteria polmonare inferiore. Questo tipo di lesione, si dice essere lo stesso che ha ucciso la principessa Diana Spencer. Ma, a differenza di lei, Wyatt è stato in qualche modo miracolato – dato che è morto per ben tre volte.

Il primo a sopravvivere
Il ragazzo, dopo essere stato soccorso durante l’incidente al rodeo, è stato portato d’urgenza al centro traumatologico del Portneuf Medical Center. Qui, viste le gravissime condizioni, è stato avviato a quello che viene chiamato intervento chirurgico di ‘ultimo tentativo’, un raro tipo di intervento a cui pochi sopravvivono. Si pensi che in soli 10 minuti di questo genere di emorragia si perde tanto di quel sangue che in genere si muore. Durante l’operazione per bloccare l’emorragia e riparare l’arteria, il cuore di Wyatt si è fermato tre volte – e il ragazzo è di fatto deceduto. Se non che, un chirurgo coraggioso ha aperto il suo petto e ha letteralmente preso tra le sue mani il cuore del ragazzo, per poi massaggiarlo fino a che non ha ripreso a battere.

Mai visto niente del genere
Il caso di Wyatt Bruesch è balzato agli onori della cronaca come un qualcosa di veramente incredibile. Lo stesso direttore del Centro traumatologico, dottor Drew McRoberts, ha dichiarato al DailyMail online: «Non ho mai visto nulla di simile nella mia carriera».

La vicenda
Come riportato dal tabloid inglese, Wyatt era un novizio nel bull riding. Ha iniziato nell’ottobre 2017 e dopo poco ha iniziato a gareggiare nei rodei. Stava impressionando i giudici per le sue capacità ed era una promessa, ma il 19 maggio al Idaho District 6 High School Rodeo Tournament è stato colpito dal suo toro ed è stato sbattuto a terra con la stessa forza di quando si è colpiti da un treno. Dopo di che, il toro ha ripetutamente calpestato il lato sinistro del suo corpo, rompendogli una costola. La stessa costola che le ha reciso l’arteria polmonare. «Le costole sono così affilate. Si spezza una costola e si trasforma in un pugnale», ha commentato il dott. McRoberts. Viste le condizioni disperate di Wyatt, i medici hanno deciso di procedere con la toracotomia, una operazione da ‘ultima spiaggia’. «Eseguiamo la toracotomia solo come ultimo sforzo. In altre parole, il paziente è già morto – ha concluso il dottor McRoberts – Ho visto questa ferita molte volte, ma non ho mai visto nessuno sopravvivere».