17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Smalto in gel e melanoma

Manicure in gel sotto accusa: colpevole di provocare il cancro?

I più diffusi trattamenti per la manicure potrebbero essere implicati nella comparsa di una rara forma tumorale. Ecco i rischi che corri

I trattamenti per le unghie possono causare il cancro?
I trattamenti per le unghie possono causare il cancro? Shutterstock

In medicina non si hanno risposte certe, specie quando si parla di cancro. Si sa, però, che alcune cose aumentano in maniera esponenziale il rischio di contrarre patologie oncologiche. Tra queste anche i raggi UV e altre sostanze potenzialmente dannose per la salute umana. Entrambe sono spesso utilizzate per un trattamento abbastanza diffuso negli ultimi anni: lo smalto semi-permanente o permanente delle unghie. Trattamenti che Illinois Karolina Jasko, una miss Usa, svolgeva di frequente. La ragazza, a soli 18 anni, ha contratto un pericoloso melanoma – si ipotizza che i prodotti e il metodo utilizzato per abbellire le unghie possano, in qualche modo, aver contribuito alla comparsa della malattia.

Manicure in gel
La regina di bellezza americana ha raccontato di aver visto un’insolita macchia nera sotto un’unghia all’età di 18 anni. Allarmata per lo strano segno, si è recata subito dal suo medico curante il quale gli ha fatto un’infausta diagnosi: si trattava di una forma di melanoma piuttosto invasiva. Molte delle sue dita ora sono state colpite dal cancro e la donna ha perso un gran numero di unghie. Karolina ha successivamente ammesso di aver effettuato a lungo una manicure in gel, un trattamento già a lungo sospettato di provocare il cancro.

Un trattamento pericoloso?
«Ho osservato questa linea nera verticale sotto le mie unghie ma non l’avevo mai notata prima di allora perché ho sempre usato gli smalti acrilici. Il dottore ha detto che molto probabilmente è dovuta al trattamento delle unghie che facevo presso il salone di bellezza – soprattutto dall'asciugare gli smalti acrilici alla luce UVA», spiega Karolina. Durante il trattamento, infatti, si utilizzano delle lampade che emettono raggi UVA, questi hanno lo scopo di sigillare il gel e far durare le unghie belle circa tre settimane. Già tempo fa, però, l'American Academy of Dermatology aveva pubblicato un rapporto pubblicato secondo il quale l'esposizione ai raggi UV effettuato durante la manicure gel, era fonte di preoccupazione.

Alcune precauzioni da seguire
Sono molti gli esperti preoccupati per i rischi di questa pratica sempre più diffusa tra le donne, specie quelle giovanissime. Pertanto, alcuni consigliano di prendere delle precauzioni durante l’utilizzo. Una di queste è rappresentata dall’utilizzo di una crema solare da porre sulle mani. Da tempo, infatti, si sa che gli UVA danneggiano sia DNA che collagene aumentando il rischio di cancro alla pelle. Tra i segni più comuni che si riscontrano in questo tipo di melanoma, ricordiamo delle insolite pustole, infezioni alle unghie o una striscia marrone/nera.

Non è il primo caso
Nonostante la dottoressa e dermatologa Carolyn Jacobsyn ritenga che Karolina potrebbe essere stata esposta a un maggior rischio a causa di una storia familiare di melanoma, è importante sottolineare che questo non è la prima forma tumorale collegata all’utilizzo di trattamenti per unghie. Recentemente, infatti, i media hanno parlato di una ragazza, amica di una certa Lauren Ann che ha mostrato alcune immagini su Facebook circa un’insolita forma di melanoma. Nell’immagine si vedeva un’unghia, apparentemente sana, con una lunga striscia marrone. A seguito di indagini diagnostiche i medici hanno detto che si trattava di una rara forma di melanoma. «Prima della sua diagnosi non avevo proprio mai considerato i pericoli della luce UV sulla pelle. Fortunatamente la mia amica non ha più problemi ora perché essendo una persona intelligente ed essendosi accorta del problema in tempo è andata da un dermatologo che le ha diagnosticato una rara forma di cancro. Così si è sottoposta a un intervento chirurgico e oggi sta bene...», si legge nel post. Secondo diversi studi, il problema non sarebbe rappresentato dai prodotti che vengono utilizzati, ma dalle lampade UVA.

Non bisogna chiudere gli occhi
Il dottor Chris Adigun, dermatologo della New York University School of Medicine invita tutte le ragazze che si sottopongono di sovente alla manicure con il gel a «considerare il rischio di cancro della pelle». Il trattamento, oltre a essere pericoloso, presenta anche un ulteriore svantaggio: impedisce di curare precocemente la forma cancerogena perché non è possibile rilevarla a causa del continuo uso dello smalto. «Qualsiasi manicure lasciata per un lungo periodo di tempo non va bene, perché non lascia vedere quello che sta succedendo sotto lo smalto», aggiunge Adigun che ricorda come il trattamento aumenti anche notevolmente la fragilità delle unghie.

Leggi anche: Una striscia nera sull'unghia può essere un melanoma aggressivo. E' capitato a una donna
Le appare una striscia nera sull'unghia e pensa sia solo una cosa antiestetica. Una ragazza di un centro estetico a cui si era rivolta per coprire quella fastidiosa riga le dice di farsi vedere dal medico. E così le diagnosticano un cancro in stadio avanzato

La striscia nera sull'unghia: ecco la tecnica che salva dal rischio melanoma
L’intelligenza artificiale può fornire una diagnosi precoce del cancro della pelle o melanoma. Come accaduto alla donna che aveva una strana striscia nera sull'unghia, è possibile mettersi al riparo dal rischio di trovarsi con un cancro della pelle in fase avanzata