26 maggio 2022
Aggiornato 07:30
Incidenti di mare

Un ragazzo muore dopo che uno squalo gli ha divorato il pene mentre faceva il bagno

Un ragazzo fa il bagno in mare e viene attaccato da uno squalo che gli mangia il pene e una gamba. Soccorso dal bagnino viene portato in spiaggia per le prime cure

Attacco di uno squalo
Attacco di uno squalo Foto: Shutterstock

BRASILE – Jose Ernestor da Silva era un ragazzo di 18 anni che, come tutti gli altri, stata facendo il bagno in mare di fronte alla spiaggia di Recife, sulla costa nord-orientale del Brasile. All’apparenza era un giorno come un altro, solo che non sapeva cosa l’aspettava in quelle acque. In un video che ha fatto il giro del web, un bagnante ha ripreso la scena del bagnino che corre nell’acqua e poi trascina sulla spiaggia il ragazzo. Le immagini video, di cui trovate il link a fondo pagina, non sono adatte alle persone facilmente impressionabili.

La vicenda
Il giovane Jose Ernestor si è addentrato nell’acqua del mare per fare un bagno. Non si sa bene come, ma è stato attaccato da uno squalo. La cosa non è passata inosservata al bagnino della spiaggia, il quale si è precipitato in mare per trarre in salvo il ragazzo. Una volta portato sulla spiaggia lo ha adagiato sulla sabbia, mentre venivano chiamati i soccorsi. Il giovane è in un lago di sangue, per via della grave ferita ai genitali e a una gamba. Non parla e pare non rispondere agli stimoli. Alcuni provano ad alzargli la gamba sinistra per rallentare l’emorragia, che pare inarrestabile.

La corsa in ospedale
Portato in ospedale, al giovane Jose Ernestor i medici hanno prima amputato la gamba sinistra e riattaccato le vene al suo pene, ma il ragazzo aveva già perso troppo sangue e poche ore dopo è morto. Il ragazzo «è arrivato svenuto, con una ferita estremamente ampia e molto seria – ha raccontato ai media locali il dottor Miguel Arcanjo, direttore dell’Ospedale Restauracao di Recife – Dopo l’intervento chirurgico, che si è concluso intorno alle 21:30, è stato ricoverato in terapia intensiva. Ha perso molto sangue, che è stato sostituito [con una trasfusione], ma ha avuto uno shock ipovolemico e non ha resistito».

Non andare!
Per i genitori, farsi ascoltare dai figli è sempre un’impresa, che il più delle volte non riesce. Ed è quello che è accaduto anche alla madre di Jose Ernestor, Elisangela dos Anjos, la quale gli aveva detto di non andare a fare il bagno – come riferito dal sito web brasiliano di JC Online. Ma lui, insieme agli amici, non ha ascoltato ed è andato lo stesso. Secondo una prima ricostruzione, il giovane è stato attaccato da uno squalo tigre nelle acque profonde, pur se vicino alla riva. Pare che i bagnini avessero avvistato l’arrivo degli squali, e avessero subito richiamato i bagnanti, intimando loro di rientrare a riva. Solo che Jose Ernestor non deve aver fatto in tempo, e così è stato raggiunto dal suo aguzzino. Jose, «Sarebbe andato [a fare il bagno] in segreto, perché sapeva che pensavo fosse pericoloso – ha detto la madre – Non ero preoccupata perché pensavo che fosse da qualche parte intorno alla casa. Quando ho sentito parlare dell’accaduto sono impazzita, tutti i vicini mi hanno sentito urlare». Secondo le stime quello di Jose è il 65mo attacco fatale da parte di uno squalo avvenuto lungo la costa dello Stato brasiliano di Pernambuco dal 1992.

A questo link è possibile vedere il video girato da un bagnante, ma se me sconsiglia la visione alle persone impressionabili.