19 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Usi Tinder perché vuoi fare sesso? Be’, scordatelo

Uno studio mostra che le persone che usano le app per appuntamenti come Tinder non fanno più sesso occasionale di chi non lo usa o non frequenta siti di incontri

La app Tinder
La app Tinder (dennizn | shutterstock.com)

NORVEGIA – Molte persone utilizzano siti di incontri o applicazioni di incontri come Tinder per conoscere partner con fare sesso occasionale. Ma a quanto pare le aspettative sono spesso disattese, e chi sperava in questo ne rimarrà deluso. Un nuovo studio dell’Università Norvegese di Scienza e Tecnologia (NTNU) pubblicato sulla rivista online Personality and Individual Differences, infatti, mostra che chi usa app per incontri come Tinder non fa più sesso occasionale di chi non le usa. Meglio dunque i ‘classici’ approcci tradizionali.

Aspettative
Chi utilizza le App per gli incontri o appuntamenti è, secondo gli esperti, più aperto verso relazioni sessuali casuali o occasionali rispetto alla media. Tuttavia, questo non significa che gli utenti di queste App finiscano con avere più partner sessuali rispetto ai non utenti con la stessa preferenza per il sesso occasionale. «Le App sono diventate la nuova arena pubblica per appuntamenti, ma in larga misura le persone che le usano sono le stesse che si trovano in altri modi», sottolinea il professor Edward Edward Kesir del Dipartimento di Psicologia della NTNU.

Lo stesso numero di partner sessuali casuali
Il cosiddetto ‘orientamento sociosessuale’, riporta una nota della NTNU, si riferisce a quanto sei aperto alle relazioni sessuali a breve termine e che non portano a un impegno di relazione. Gli utenti più aperti o non vincolati tendono a utilizzare le App di incontri basate su immagini più spesso della maggior parte delle persone. «Ma gli utenti di app di incontri non hanno più partner sessuali casuali di altri con la stessa preferenza a breve termine», spiega Mons Bendixen, professore associato presso il Dipartimento di Psicologia della NTNU.

Non cambia rispetto agli approcci tradizionali
Secondo gli autori dello studio, queste app sono semplicemente diventate un nuovo modo di incontrarsi. Le persone usano app per appuntamenti per trovare un partner in città, al lavoro, in una riunione, in un’escursione o quando fanno qualcos’altro nel loro tempo libero. Ma il risultato finale è più o meno lo stesso di quando lo si fa nel modo tradizionale. «Nulla suggerisce che le persone usino di più le app per appuntamenti perché sono più o meno attraenti come partner sessuale della maggior parte delle persone», evidenzia Trond Viggo Grøntvedt, ricercatore del Dipartimento di salute pubblica e infermieristica di NTNU.

Le differenze tra uomini e donne che usano app per appuntamenti
Anche per quel che riguarda le app per appuntamenti, uomini e donne sono diversi e le usano in modo diverso. Secondo quanto emerso dallo studio – che ha coinvolto 641 ambosessi – le donne dedicano più tempo alle app per appuntamenti rispetto agli uomini. Questo può essere dovuto al fatto che le donne impiegano più tempo a considerare ciascun candidato prima di decidere di andare avanti, qualunque sia la loro decisione, si legge nella nota NTNU. Gli uomini, invece, sono in un certo senso più efficienti. Valutano più candidati in meno tempo e prendono decisioni più rapide se il candidato sia qualcuno con cui vogliono incontrarsi o meno. Hanno anche maggiori probabilità di avviare il contatto rispetto alle donne. «Gli uomini iniziano più spesso conversazioni e incontri di contatto, e sono più disponibili a incontrare i partner attraverso le app di appuntamenti in ambienti privati», afferma Bendixen.
«Le donne sono più perspicaci, mentre gli uomini sono più desiderosi – aggiunge Kennair – questo ha chiari motivi evolutivi: le donne hanno più da perdere impegnandosi con partner sessuali di bassa qualità rispetto agli uomini. Ecco perché gli uomini ‘colpiscono’ più spesso delle donne».

Le ragioni per cui si usa Tinder
Oltre a valutare l’efficacia e l’impatto di queste applicazioni sulle reali possibilità di incontri sessuali occasionali, i ricercatori hanno esaminato le ragioni per cui le persone usano Tinder e simili app per incontri basati su immagini. Sia per le donne che per gli uomini, la ragione più importante dell’utilizzo di Tinder era puramente un diversivo, riporta lo studio. Quando erano annoiati o non avevano nient’altro da fare, davano un’occhiata a Tinder per vedere chi c’era. Ma poi i sessi differivano per i motivi. «Gli uomini tendono a segnalare il desiderio di sesso occasionale e relazioni a breve termine come motivo per usare le app di appuntamenti, ma va notato che il mito che gli uomini che frequentano le app cercano solo sesso occasionale non è accurato. Con queste app cercano anche partner a lungo termine, ma in misura minore rispetto ai partner a breve termine», afferma il primo autore e psicologo clinico Ernst Olav Botnen.
A differenza degli uomini, «le donne usano le app di appuntamenti per sentirsi meglio con se stesse», sottolinea Bendixen.

Non per infedeli
Ma chi usa Tinder è un partner infedele in cerca di avventure? Secondo lo studio, solo una piccola minoranza dei partecipanti allo studio era già in una relazione durante l’utilizzo di app per appuntamenti. L’uso di Tinder come strumento per essere infedeli sembra quindi relativamente raro, ma i ricercatori non hanno preso in considerazione questa domanda in questo studio.

Source: Individual differences in sociosexuality predict picture-based mobile dating app use. Ernst Olav Botnen, Mons Bendixen, Trond Viggo Grøntvedt, Leif Edward Ottesen Kennair. https://doi.org/10.1016/j.paid.2018.04.021