5 dicembre 2020
Aggiornato 07:00
Benessere

In Europa 8 persone su 10 hanno problemi gengivali: ecco come prendersene cura

Si tratta di un tema così scottante e delicato: le malattie alle gengive, poi, possono avere conseguenze ancor più gravi sull'organismo

In termini di salute, i denti rappresentano spesso una delle componenti maggiormente sottovalutate: ciò accade soprattutto in Europa, visto il numero di persone che soffre di malattie gengivali o comunque di problemi di questa tipologia. I numeri di questo contesto sono stati chiariti dalla EFP (Federazione Europea di Parodontologia): un ente molto famoso e molto ascoltato presso la comunità scientifica del vecchio continente. Qual è la situazione attuale, dunque? Stando alle rilevazioni, in Europa si trova al momento una percentuale dell’80% di cittadini sofferenti di patologie alle gengive: il numero di persone che invece rischia di dire addio ai propri denti arriva a quasi 750 milioni. Ecco perché si tratta di un tema così scottante e delicato: le malattie alle gengive, poi, possono avere conseguenze ancor più gravi sull’organismo.

Quali sono i problemi gengivali e i conseguenti rischi?
La maggior parte dei problemi più seri viene causata dalla parodontite: una malattia gengivale che segue all’infiammazione del tessuto intorno ai denti, dovuto all’azione della placca. I problemi alle gengive, dunque, seguono una scala di gravità che parte dalle «semplici» gengiviti: in tal caso si parla di un’infiammazione delle gengive al primo stadio, dovuta a una scarsa igiene orale. Quando si verifica, e ciò avviene per colpa della placca, il tessuto gengivale tende a gonfiarsi e a sanguinare, provocando anche un dolore acuto. Lo stadio successivo alla gengivite è la parodontite: qui l’infiammazione si estende anche all’osso che supporta la radice del dente e il dente stesso. In genere questo stadio comporta un aumento del gonfiore, dovuto alla presenza di sacche nell’intersezione fra il dente e le gengive. L’ultimo stadio è la parodontite avanzata: per via della compromissione definitiva delle fibre dentali i denti possono spostarsi, allentarsi o cadere.

Prevenzione e cura delle gengive: come fare?
Per prima cosa, tutti dovrebbero sottoporsi a visite regolari presso uno studio dentistico riconosciuto: è necessario che ciò avvenga più volte l’anno, anche se non si soffre di gengivite, per poter prevenire problemi più gravi. Con l’aiuto di Internet è facile trovare studi dentistici di rilievo e con esperti competenti come ad esempio le cliniche HDental, dislocate in varie località italiane; sul sito web www.hdental.it è possibile vedere la lista di tutti gli studi. Naturalmente il secondo consiglio non è meno importante del primo: è sempre il caso di lavarsi i denti, la mattina e dopo i pasti. Ciò consentirà di evitare l’accumulo della placca che, poi, andrebbe a depositarsi all’interno delle gengive. Se si forma la placca, l’unico modo per toglierla del tutto è sottoporsi alla pulizia dei denti, presso uno studio dentistico. I consigli per la migliore pulizia? Usare il filo interdentale per pulire lo spazio fra i denti, effettuare una pulizia di almeno tre minuti, mangiare tanta frutta e usare solo dentifrici e collutori di qualità.