14 novembre 2019
Aggiornato 09:00
Pericolo scarafaggi

Donna accusa dolore per giorni: aveva uno scarafaggio nell’orecchio

Una vera e propria disavventura quella accaduta a una ragazza di 29 anni che aveva uno scarafaggio vivo all’interno del suo orecchio

Donna trova una scarafaggio nell'orecchio
Donna trova una scarafaggio nell'orecchio Shutterstock

Chiamarla disavventura forse è troppo riduttivo, sarebbe meglio definirlo incubo, quello che è accaduto a una giovanissima ragazza di ventinove anni. Lei accusa un dolore e un fastidio all’orecchio in maniera totalmente improvvisa e quando si accorge cosa le stava davvero accadendo rimane sbigottita: uno scarafaggio sembrava aver vissuto parecchio tempo all’interno del suo orecchio. Ma quando tutto sembrava finalmente essere giunto alla fine arriva un ulteriore problema, lasciando esterrefatti persino i medici. Ecco l’incredibile storia di Katie Holley.

Sveglia nel bel mezzo della notte
Il suo nome è Katie Holley, la sua disavventura inizia di notte, svegliandosi con una strana sensazione all’orecchio. Aveva come l’impressione che qualcuno avesse inserito un cubetto di ghiaccio nel suo condotto uditivo. Spaventata da ciò che le stava accendendo, si reca nella stanza da bagno e prende un piccolo batuffolo di cotone per pulire l’orecchio. Fu in quel momento che sentì qualcosa muoversi. Una volta estratto il cotone si trovò davanti a una scena raccapricciante: due zampine di insetto.

L’arrivo del marito
Subito dopo il marito arrivò in soccorso di Katie che era in preda al panico. Prese una torcia e guardò bene all’interno dell’orecchio: un’altra parte di insetto era rimasta incastrata nel condotto uditivo. Il marito prese quindi delle pinzette ed estrasse altre due zampine, ma non riuscì a fare altro.

Scarafaggi?
Il primo pensiero di Katie è stato quello degli scarafaggi. Con questi comuni insetti lei e suo marito Jordan hanno dovuto conviverci per più di un anno, per la precisione da quando hanno dovuto acquistare la nuova casa in Florida. Per questo motivo avevano dovuto ricorrere alla disinfestazione poco prima. I due, tuttavia, non sapevano che qualche scarafaggio era rimasto a soggiornare nella loro abitazione.

Corsa all’ospedale
Katie e Jordan corsero subito al pronto soccorso più vicino e mostrarono la situazione ai medici i quali la ricoverarono in una stanza di ospedale e le inserirono un po’ di lodaicina per anestetizzare il dolore. Ma non era finita qui: Katie continuava a sentire l’insetto muoversi dentro il suo orecchio. Inaspettatamente, però, ha cominciato a non sentire più niente: probabilmente l’insetto era morto.

L’intervento del medico
Dopo poco il medico intervenne e in pochi secondi estrasse i pezzi dello scarafaggio. Due ore dopo la donna poté tornare a casa e iniziare la cura antibiotica. Per evitare che ciò accadesse di nuovo Katie decise di utilizzare dei tappi per le orecchie durante il sonno notturno.

Ipersensibiltà
Nonostante la donna inserisse sempre le gocce antibiotiche nel condotto uditivo, tuttavia, continuava sempre ad avvertire fastidio all’orecchio, specie mentre sbadigliava. Inizialmente pensava si trattasse di cerume accumulato all’interno. Attese pochi giorni e poi fece una visita programmata da tempo, presso il suo medico curante.

Immenso stupore
Durante la visita medica, il dottore rimase allibito: c’erano ancora delle zampe di scarafaggio nel suo orecchio. Per la precisione trovò ben sei pezzi si insetto, ma sospettò che potesse addirittura esserci dell’altro. Per questo motivo il medico le consigliò alla donna di rivolgersi a un dottore specializzato. Fu questo che, durante la visita, estrasse un altro scarafaggio, totalmente intero. L’insetto aveva vissuto ben nove giorni nell’orecchio di Katie. «Ero furiosa. Sono rimasta davvero delusa dal pronto soccorso per non averlo visto, per avermi fatto credere che fosse stato estratto totalmente. Mi avevano detto che questo è qualcosa che accade spesso e che non c'era bisogno di vedere uno specialista». Per fortuna, tuttavia, non ci sono state conseguenze perché gli scarafaggi normalmente non mordono e se lo fanno non provocano danni.

Non è il primo caso
Anche se la storia ci fa rimanere molto perplessi di fronte all’accaduto, il National Geographic recentemente ha riportato la storia di un ospedale sudafricano che si è visto costretto a estrarre dozzine di scarafaggi dalle orecchie dei pazienti. Pare che il fatto che lo scarafaggio alberghi nel condotto uditivo con molta facilità sia dovuto al fatto che amano particolarmente il nostro cerume.