Salute | Arresto Cardiaco

Uomo resuscita dopo 18 ore di arresto cardiaco. Un miracolo

«Un caso da manuale» secondo i medici che sono rimasti letteralmente a bocca aperta. Ecco i dettagli della vicenda

Uomo resuscita dopo 18 ore di arresto cardiaco
Uomo resuscita dopo 18 ore di arresto cardiaco (S_L | Shutterstock)

Quando il cuore smette di battere, tutti gli organi vitali smettono di funzionare correttamente e il cervello assiste a gravissimi danni. Le possibilità di sopravvivenza, già dopo pochi minuti, sono pressoché impossibili. Ecco perché viene considerato un vero e proprio miracolo ciò che è accaduto recentemente a un uomo francese, letteralmente resuscitato dopo ore di arresto cardiaco.

Tutto inizia all’improvviso
Secondo quanto dichiarato dal Sunday Times, l’uomo si sarebbe sentito male il 12 marzo, momento in cui stava tornando dalla casa di suo fratello Béziers a Montpellier (Francia). Tuttavia, la sua famiglia è rimasta all’oscuro dell’accaduto per diverse ore: l’uomo risultava scomparso.

Il momento del ritrovamento
Sembra che l’uomo – la cui identità non è stata rivelata ai media - sia stato ritrovato diverse ore dopo sulle rive del fiume Orb, in totale stato di incoscienza, nel tragitto che avrebbe dovuto percorrere per tornare a casa sua. Quando sono stati chiamati i paramedici, hanno stabilito che l’uomo si trovava in stato di ipotermia: la sua temperatura corporea si aggirava intorno ai 22 grazie, quindi circa 15 gradi in meno rispetto a quella normale. Ciò significa che le sue condizioni erano estremamente gravi.

Tentativo di rianimazione
Considerate le condizioni, il personale sanitario ha cercato di rianimare immediatamente l’uomo, il tutto completato con manovre e cure specifiche una volta portato in ospedale. Per i medici è stato un lavoro arduo perché hanno eseguito massaggi cardiaci per più di quattro ore. Solo dopo il paziente è stato portato in una macchina per la circolazione extracorporea (CEC) - o macchina cuore-polmone.

Medici stupefatti
Dopo ben 18 ore di arresto cardiaco – in cui si trovava attaccato a una macchina – e in maniera totalmente inaspettata, il paziente di 53 anni comincia a stare meglio e il suo cuore batte nuovamente lasciando i medici estremamente stupefatti. Come il paziente sia letteralmente resuscitato nessuno lo sa davvero, tuttavia, gli esperti ipotizzano che sia stata l’ipotermia a salvarlo.

Nessun danno cerebrale
Ciò che più ha lasciato stupiti i medici è proprio il fatto che l’uomo non ha subito alcun danno cerebrale: è molto probabile che la temperatura di 22 gradi sia stata in grado di proteggere cervello e altri organi. «Il team medico era senza parole», ha dichiarato Jonathan Charbit, dell'unità di terapia intensiva del Montpellier University Hospital, nel sud della Francia. «È un caso da manuale oltre che una straordinaria avventura umana e scientifica. Le probabilità che l'uomo sopravvivesse erano vicine allo zero», Tuttavia, per fortuna ora «si sta riprendendo. Può camminare e rispondere a ordine semplici», conclude Charbit.

Leggi anche: Vita dopo la morte: le 7 cose che accadranno al tuo corpo e alla tua anima
Cosa accade al nostro corpo dopo la morte? Le risposte della scienza e le testimonianze di chi l’ha già vissuta

Scoperta shock, ecco cosa accade al cervello dopo che il cuore ha smesso di battere
La scoperta dei ricercatori potrebbe rendere possibile resuscitare il cervello anche dopo 5 minuti che il cuore ha smesso di battere