13 novembre 2019
Aggiornato 03:30
Storie vere

Giovanni, il bimbo che ha commosso l’Italia. Dona i suoi risparmi per salvare la mamma dal cancro

Un bambino di soli cinque anni dona tutti i suoi risparmi al medico che è riuscito a salvare la sua mamma

Il bambino che ha donato i suoi risparmi al medico che ha curato sua mamma
Il bambino che ha donato i suoi risparmi al medico che ha curato sua mamma Shutterstock

Il suo nome è Giovanni: ha solo cinque anni ma possiede il cuore più grande di un adulto. La vita non è stata tanto facile per lui fin da subito. È dovuto crescere forzatamente dopo essersi scontrato con uno dei drammi familiari più difficili: assistere a una grave malattia della mamma. Ma nel male, una buona notizia c’è: la sua mamma sembra stare meglio e ora il piccolo ha solo più un desiderio: ringraziare il dottore per aver fatto star meglio la persona che lo ha messo al mondo. Ecco come ha fatto.

Un cancro al seno
La mamma di Giovanni ha dovuto combattere con un grave problema: il cancro al seno, comparso all’età di soli 34 anni. Quando tutto sembrava perso, un medico e la sua equipe si prendono cura della donna e la riescono a salvare. Se ora la famiglia potrà nuovamente fare una vita normale il merito è tutto del dottor Pietro Caldarella, secondo il bambino. Ed è così che il piccolo fa un gesto meraviglioso, tipico di un individuo della sua età – ancora innocente e generoso: prende tutti i suoi risparmi e li dona alla ricerca.

Grazie dottore!
Giovanni prende tutti i suoi soldini e li ripone in una busta da lettera ben chiusa. Poi si reca dal dottore-eroe che ha salvato la sua mamma da una malattia così brutta e glie li dona. I soldi serviranno per fare ulteriore ricerca e magari salvare altre mamme.

La cura ha funzionato
Il dottor Pietro Caldarella è il vicedirettore senior del dipartimento di senologia dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano. La sua è, chiaramente, una grande missione perché deve cercare di salvare molte vite umane riducendo al minimo la sofferenza derivante dalle terapie. E così ha fatto con la mamma di Giovanni circa un anno fa. La cura ha funzionato e ora la donna sta bene. Per questo, pochi giorni fa, ha ricevuto nel suo studio la visita della sua paziente accompagnata dal marito e dal suo splendido bambino di cinque anni.

Un dono da Giovanni
Le sue piccole manine, al momento, della visita, tenevano in mano una busta da lettera e sopra vi era scritto: caro Caldarella, da Giovanni. Dentro un tesoro inestimabile: tutto l’amore e la generosità che solo un bambino è in grado di dare. Nella busta si trovavano le monetine che aveva messo da parte negli anni, per dire, in sintesi: «grazie dottore di aver salvato la mia mamma». Nel suo cuore c’era anche il desiderio di aggiungere fondi alla ricerca.

Il commento su Facebook
«Stamattina il figlio di una mia paziente di 5 anni mi ha dato questo biglietto per ringraziarmi delle cure alla sua mamma e dentro c’erano i suoi risparmi che ha voluto donarmi per la ricerca sul cancro…mi veniva da piangere!!!!», scrive, ancora commosso, Pietro Caldarella nella sua pagina Facebook.  E siamo certi che tutto il web non può fare altro che condividere la sua emozione pensando che, in questo mondo, c’è ancora un po’ di amore, trasparenza e generosità. Nonostante l’apparenza dimostri esattamente il contrario.