23 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Alcol e giovani

14enni rischiano la vita a causa dell’alcol. Casi in forte aumento

Un altro 14enne in pericolo di vita a causa dell’alcol. Ecco perché gli alcolici non dovrebbero essere consumati prima dei 18 anni

L'alcol per i giovani è pericoloso
L'alcol per i giovani è pericoloso Shutterstock

Un tempo la povertà e le condizioni precarie in cui erano costrette a vivere molte persone mettevano a repentaglio la vita di molti giovani. Ora i tempi sono cambiati e, crisi economica a parte, viviamo tutti in uno stato di medio benessere. Tuttavia, il denaro e gli agi possono riservarci anche spiacevoli sorprese mettendo a rischio la vita di ragazzini oggi come ieri – seppur per motivi completamente diversi. Uno di questi è l’estrema facilità a cui si accede a droga e alcol. Quest’ultimo, in particolare, sembra mietere sempre più vittime tra i soggetti adolescenti.

Abuso di alcol
Può un ragazzino giovane rischiare la sua vita per abuso di alcol? Evidentemente sì. Non è trascorso poi tanto tempo da quando, un ragazzo di 14 anni della provincia di Alessandria, è stato ricoverato in ospedale per coma etilico dopo aver bevuto bicchieri e bicchieri di rum. E lo ha fatto per divertimento in una delle tante serate trascorse in compagnia degli amici.

Chiamata al 118
A rendersi conto delle condizioni in cui versava il povero 14enne, è stata la mamma che ha prontamente chiamato i soccorsi. Dalla centrale operativa si viene a sapere che il ragazzo «era quasi al limite del coma etilico con un principio di ipotermia». Tuttavia, per fortuna, «non sembra comunque in pericolo di vita».

Non è l’unico
Purtroppo casi come questo non sono affatto insoliti come sarebbe logico pensare. A gennaio, per esempio, una ragazza romana di 15 anni è stata ricoverata in condizioni gravissime dopo essersi scolata diversi alcolici. Ma secondo gli esperti il fenomeno è in aumento.

Pericolo alcol
Il consumo di alcol non è affatto da sottovalutare, specie nei soggetti giovanissimi che possono seriamente rischiare la propria vita. D’altro canto l’alcol «ha un effetto tossico sugli organi, in particolare negli adolescenti: l'organismo dei giovani adolescenti, infatti, non ha ancora prodotto gli enzimi che permettono di metabolizzare e 'digerire' l'alcol e che si producono intorno ai 18 anni. Ecco perché gli under-18 non potrebbero assolutamente consumare alcol, dal momento che vanno incontro a effetti tossici maggiori rispetto agli adulti», spiega ad Ansa Giovanni Addolorato, gastroenterologo e direttore del Centro per i disturbi da uso di alcol del Policlinico Agostino Gemelli di Roma.

Un danno esteso a tutti gli organi
Purtroppo consumare alcol può danneggiare tanti organi dell’organismo umano e non, come si ritiene, solo il fegato. Per esempio si possono evidenziare malfunzionamenti dell’apparato neurologico o quello riproduttivo. Per quando riguarda gli effetti immediati, invece, un’intossicazione acuta può provocare una pericolosa epatite con un tasso di mortalità che si aggira intorno al 70%, percentuale di poco inferiore al coma etilico.

Impossibile calcolare la giusta dose
Specie nei soggetti più giovani che, come abbiamo detto, non sono in gradi di metabolizzare completamente l’alcol, è impossibile determinare qual è il limite di tollerabilità. «La suscettibilità ai danni da alcol è individuale e, soprattutto nel caso dei giovani, non si può indicare una quantità di alcol 'limite' oltre la quale bere diventa pericoloso. Anche una piccola quantità di alcol, su alcuni soggetti potrebbe risultare pericolosa. Per questa ragione, il divieto di alcol per gli adolescenti deve essere totale», conclude l’esperto.