21 settembre 2018
Aggiornato 01:30

Vaccini, nelle Marche la copertura è alta ma l'8% delle famiglie non è in regola

Ancora l'8% delle famiglie non è in regola, ma una buona parte delle vaccinazioni mancanti è già stata prenotata
Vaccinazione
Vaccinazione (Luiscar74 | shutterstock.com)

ROMA – Sabato è scaduto il termine per mettersi in regola con le vaccinazioni obbligatorie. La copertura vaccinale nelle Marche è alta, ma mancano all'appello ancora poco meno dell'8% delle famiglie. Su una popolazione di 226.735 bambini e ragazzi dai 0 ai 16 anni alla data del 31.12.2017 risultano inadempienti per quanto riguarda difterite, tetano e pertosse (DTP) il 6,1% del totale pari a 13.941 unità, e per morbillo rosolia ed epatite (MPR) il 7,8% pari a 17.734 unità. Di questi una buona parte sono già stati prenotati.

Per chi di questi giovani, a oggi non è ancora in regola, spiega la Regione in una nota, si mette in moto il meccanismo previsto dalla circolare congiunta dei ministeri della Salute e dell'Istruzione che fissava al 10 marzo il termine della consegna dei documenti relativi alle vaccinazioni in asili nido, materne e scuola dell'obbligo. Il meccanismo prevede che i dirigenti scolastici debbano inviare una comunicazione scritta alle famiglie i cui bambini non sono in regola con le vaccinazioni, invitandole a presentare i relativi documenti. Un primo richiamo agli inadempienti marchigiani era già stato effettuato a luglio 2017: nel risultavano 17.820 per DTP e 23.771 per MRP. Grazie a quella campagna ne erano stati recuperati 3.879 (22% per DTP) e 6.037 (25% per MRP).