7 dicembre 2019
Aggiornato 07:30
Salute e informazione corretta

Fake news, è online il portale dell'ISS per difendersi dalle bufale

Sul nuovo portale dell'Istituto Superiore di Sanità, la salute dalla A alla Z e la possibilità concreta di trovare informazioni utili ai cittadini contro bufale e fake news

Fake news e bufale online
Fake news e bufale online Shutterstock

ROMA – Sarà presentato il neonato sito dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS). Si chiama ISSalute, ed è il primo portale istituzionale dedicato interamente al cittadino per informarsi, conoscere e scegliere. Fornisce una corretta informazione sulla salute scritta in un linguaggio chiaro, semplice e accessibile a tutti. Un'arma di difesa contro le fake news o 'bufale'.

Facile consultazione
Il portale, di facile consultazione, è organizzato in quattro sezioni si spiega nel comunicato ISS. Vi sono 'La salute A-Z', 'Stili di Vita e Ambiente' e 'Falsi miti e Bufale', alle quali si aggiunge una sezione News quotidianamente aggiornata dall’agenzia Ansa sui temi di attualità in medicina e ricerca.

Un'enciclopedia digitale
All’indirizzo www.ISSalute.it gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità hanno realizzato per il cittadino una vera e propria enciclopedia della salute digitale e interattiva che, con oltre 1.700 schede redatte sulle cause, i disturbi, le cure, la prevenzione delle malattie e 150 fake news smascherate che diventeranno in breve tempo oltre 400. Un sito, quotidianamente aggiornato, che offre ai visitatori una vera e propria bussola per orientarsi nel mare dell’informazione scientifica presente sul web, sottolineano dall'ISS.

La presentazione
Il portale verrà presentato dal Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi insieme al giornalista e scrittore Piero Angela e al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin nell’Aula Pocchiari dell’Istituto Superiore di Sanità. È possibile seguire l’evento in diretta streaming all’indirizzo https://youtu.be/nUxNwRmUZso.

Il valore della ricerca e della conoscenza
«Il nostro portale – spiega Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità – nasce per spiegare ai cittadini il valore della ricerca e di tutta la conoscenza prodotta dall’ ISS e dall’intera comunità scientifica per renderla fruibile al maggior numero di persone possibile, senza discriminazione di reddito o di livello di alfabetizzazione. Scendiamo in campo contro le bufale online. Vogliamo offrire ai cittadini che sempre più spesso consultano il web per motivi di salute, trovando tutto e il contrario di tutto, un approdo sicuro, un punto di riferimento rigoroso e autorevole. È un’informazione certificata all’origine perché prodotta negli stessi luoghi in cui si fa ricerca e si produce conoscenza scientifica e un contributo all’equità e alla sostenibilità del nostro sistema sanitario».

Per scelte consapevoli
Il portale ISSalute è stato concepito affinché siano promosse nei cittadini scelte consapevoli e corrette in materia di salute, perché coerenti con le evidenze scientifiche disponibili. Un portale che vuole essere anche uno strumento nelle mani dei cittadini perché possano diffondere e condividere i contenuti scientifici all’interno di canali disintermediati come blog e social network. Secondo l’ultimo rapporto Censis, infatti, ben un italiano su tre naviga in rete per ottenere informazioni sulla salute. Di questi, oltre il 90,4% esegue ricerche su specifiche patologie. Crescono i contatti dei quotidiani online (+2,6%) e degli altri portali web di informazione (+4,9%). In aumento la diffusione dei Social Network: a Facebook è iscritto il 50,3% dell'intera popolazione (il 77,4% dei giovani under 30), YouTube raggiunge il 42% di utenti (il 72,5% tra i giovani) e Twitter il 10,1%.

Diffondere la cultura scientifica
«Il portale della conoscenza – conclude Ricciardi – è un altro dei pilastri che l’ISS sta costruendo per la diffusione della cultura scientifica ai cittadini nel nostro Paese. Si aggiunge al Museo della Scienza inaugurato alla presenza del Presidente della Repubblica Mattarella lo scorso anno e dove proprio oggi diamo il via alla mostra itinerante 'Mondovaccini', un viaggio alla scoperta di questi farmaci e del loro immenso valore terapeutico nella storia. Un museo e una mostra che fanno parte a pieno titolo di un’operazione culturale e di un’educazione scientifica alla quale un’istituzione che promuove la sanità pubblica non può sottrarsi».