16 dicembre 2019
Aggiornato 13:00
Diabete e problemi alla vista

Il diabete fa venire la cataratta

Un nuovo studio mostra che avere il diabete può far aumentare fino a quasi 7 volte il rischio di sviluppare la cataratta

Diabete e cataratta
Diabete e cataratta Shutterstock

REGNO UNITO – Tra tutti gli altri problemi che già hanno le persone diabetiche, un nuovo studio mostra che corrono il doppio di rischio di sviluppare la cataratta – quella condizione in cui il cristallino dell'occhio si opacizza impedendo una corretta visione. In alcuni casi si può arrivare alla cecità.

Più del normale
La cataratta in genere colpisce le persone dai 40 anni in su – anche senza il diabete – con un percentuale che aumenta con l'aumentare dell'età. Tuttavia, secondo quanto osservato dai ricercatori della Anglia Ruskin University (UK), le persone diabetiche registrano quasi il doppio in più di casi di cataratta, rispetto alla popolazione generale. In particolare, dopo aver esaminato le cartelle cliniche raccolte dal 2005 al 2015 di 56.510 pazienti in di 40 anni e più, si è scoperto che è stata diagnosticata una cataratta a un tasso globale di 20,4 per 1.000 persone, rispetto al 10,8 sempre per 1.000 della popolazione generale.

I risultati nello specifico
Nello studio, pubblicato sulla rivista Eye, è emerso che nello specifico le persone di età compresa tra 50 e 54 anni avevano 5,7 volte più probabilità di sviluppare la cataratta, e quelle tra 45 e 49 anni avevano 4,6 volte più probabilità di sviluppare la cataratta. «Questo è un esempio interessante di come un database di cure primarie di grandi dimensioni di dati elettronici dei pazienti, in questo caso il Datalink di ricerca clinica, può essere utilizzato per indagare i fattori di rischio per le malattie degli occhi», ha detto il coautore Rupert Bourne, professore di oftalmologia presso la Vision and Eye Research Unit della Anglia Ruskin University.

Sottoporsi a screening per prevenire
Se dunque i soggetti diabetici sono a significativo maggiore rischio di sviluppare la cataratta, gli esperti consigliano di sottoporsi a regolari screening, o visite, al fine di individuare in tempo possibili problemi al cristallino. «Questo è solo il secondo rapporto di questo tipo sull'incidenza della cataratta nei pazienti diabetici del Regno Unito dagli anni '80 e sottolinea ulteriormente l'importanza dei programmi di screening dell'occhio diabetico del Servizio Sanitario Nazionale nell'identificazione e nel trattamento precoce delle patologie oculari diabetiche per prevenire la perdita della vista», conclude il prof. Bourne.