16 agosto 2018
Aggiornato 13:30

Paziente si innamora dell’infermiera che gli ha donato il rene. Ora sono marito e moglie

Un paziente si innamora dell’infermiera del reparto dialisi e lei, in cambio del suo amore, le dona un rene. Oggi sono marito e moglie

PISA - Come «cupido» studi il destino delle persone nessuno lo sa veramente, fatto sta che a volte abbiamo proprio l’impressione che si sia qualcosa di superiore che guida la nostra esistenza. È il caso, per esempio, di un uomo che nel momento in cui aveva perso ogni speranza di una vita serena, trova una donna che gli dona un rene. Ma non una donna qualsiasi: questa splendida persona faceva l’infermiera nell’ospedale in cui era ricoverato, ora diventerà sua moglie. Ecco i dettagli della vicenda.

Giacomo e Cinzia
Una meravigliosa coppia, i cui nomi sono Giacomo e Cinzia. Il loro destino – forse ineluttabile -  è fatto di sofferenza, amore e grandi sacrifici. Tutti ripagati grazie all’affetto che li unisce e una vicenda che ha dell’incredibile. Ma ora possono dichiararsi davvero una parte dell’altro: perché domenica scorza si è celebrato il loro matrimonio.

Tutto inizia cinque anni fa
Tutto è iniziato cinque anni fa, quando Giacomo Schinasi si trovava ricoverato al reparto dialisi dell’ospedale di Pisa. Lui di mestiere faceva il segretario e responsabile amministrativo della comunità ebraica della sua città. Mentre Cinzia Stracquadaini lavorava come infermiera proprio nel reparto dove era ricoverato l’uomo a causa di una gravissima insufficienza renale.

Un amore iniziato giorno per giorno
I due si incontrano inevitabilmente, sempre più spesso. Per la precisione tre volte a settimana. Oltreché un luogo di cura, l’ospedale era divenuto una scusa per conversare con questa splendida infermiera, la quale giorno per giorno ha cattura la sua attenzione. «Ricordo il primo giorno che l’ho visto. Percepii subito la sua ansia, preoccupazione, i dubbi. Ci davamo del lei, io ero quella che doveva bucarlo, ricordo di aver pensato ‘speriamo che vada tutto bene per questa persona’...» racconta Cinzia a La Nazione.

Merito del destino
A forza di parlare e stare insieme tra i due nasce una scintilla, che non era mai nata prima d’ora. «Per molto tempo siamo stati attenti a non far vedere il sentimento che ci univa. Io infermiera e lui paziente». Da qui l’idea di Cinzia di donare un rene a Giacomo. Sarà stato uno scherzo del destino, ma in seguito alle analisi, la donna risultava compatibile con l’uomo al 99%. Ed è così che il destino li unisce ancor di più: un rene di Cinzia viene trapiantato nel corpo di Giacomo. Ora sono davvero parte l’uno dell’altra.