10 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Roberto Burioni: vorrei vivere in Svezia, dove ci si vaccina senza obbligo

Il professore del San Raffaele di Milano: critica a Salvini sulla questione delle vaccinazioni obbligatorie
Vaccinazioni
Vaccinazioni (Shutterstock.com)

ROMA – Sulla questione vaccinazioni e le varie polemiche sorte in questi giorni di Campagna elettorale, interviene ancora una volta il prof. Burioni. «A Salvini vorrei dire che l'obbligo di vaccini è necessario nel nostro Paese dove abbiamo immunizzazioni molto basse, in Svezia non c'è obbligo e si vaccinano tutti. Io mi vergogno di vivere in Italia e vorrei vivere in un Paese così dove la gente si vaccina per coscienza sociale e non per obbligo». Ecco quanto detto da Roberto Burioni, professore del San Raffaele di Milano, da tempo impegnato in una battaglia pro-vax, ai microfoni di Rtl 102.5. «Non sono mai stato tesserato, quando ho cominciato a parlare due anni fa di vaccini, solo Renzi si è interessato a me», ha concluso Burioni.