17 ottobre 2019
Aggiornato 07:30
Verme nella Coca Cola

Verme in una lattina di Coca Cola: 12enne ricoverata in ospedale

Una giovane ragazza trova un verme in una lattina di Coca Cola, accusa un malore e viene ricoverata in ospedale

Verme nella lattina di Coca Cola
Verme nella lattina di Coca Cola Shutterstock

Quando molti scienziati affermano che le bibite gassate fanno male alla salute probabilmente non si riferiscono a incidenti come quello accaduto alla ragazza Pugliese di cui stiamo per parlarvi. La povera vittima ha cominciato a sentirsi male dopo aver bevuto una lattina di Coca Cola. E probabilmente il motivo è facilmente spiegabile: il contenitore riservava una sgradita sorpresa: un verme albergava al suo interno. Al momento la 12enne si trova ricoverata in ospedale. Ecco tutti i dettagli della vicenda.

In osservazione
Benché tutti i media abbiamo dato molta enfasi alla notizia, in realtà la ragazza non sembra essere in pericolo di vita. Pare che abbia accusato uno strano malore (non ben definito) dopo essersi accorta di avere in bocca – oltreché la Coca Cola – anche un verme. A titolo cautelativo è stata immediatamente portata all’ospedale Bonomo di Andria. Nell’Istituto sono arrivati anche alcuni agenti di polizia, gli esperti dell'ufficio igiene di Andria e il Sian, il Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione della Puglia.

Non c’è da preoccuparsi
In realtà nessuno sa cosa abbia causato il malore, probabilmente solo il timore per ciò che aveva appena visto: un verme nella sua bocca. Ma il responsabile del presidio medico ospedaliero, Stefano Porziotta, ricorda che «la bambina sta bene e viene tenuta in osservazione solo per precauzione. Stando a un primo esame macroscopico del verme non vi sono elementi che destino preoccupazioni ma invieremo il campione all'istituto zooprofilattico di Foggia per approfondimenti da parte di esperti».

I sintomi
In realtà il medico ha sottolineato che la ragazza non ha avuto sintomi che possano far pensare a un contagio di alcun tipo: «non ha avuto né vomito, né diarrea o altri sintomi che possano allarmarci, resterà per qualche ora in ospedale». E’ paradossale che ciò accada proprio nel periodo in cui tanto si parla di insetti e vermi che potrebbero finire (volontariamente) nel nostro piatto. E, per averli, dovremo anche essere disposti a pagare un caro prezzo. Inoltre è molto probabile che l’acidità della Coca Cola sia riuscita a rendere il piccolo ospite totalmente innocuo. Nonostante ciò verranno presi immediatamente provvedimenti per individuare il lotto di provenienza.