10 luglio 2020
Aggiornato 02:00
La sua battaglia era diventata virale

Riesce a sposarsi ma muore 18 ore dopo, la commovente storia di Heather

La donna malata di cancro, la cui foto del matrimonio è diventata virale, non ce l'ha fatta. Dopo 18 ore dal suo matrimonio pochi giorni prima di Natale è morta

HARTFORD – La sua foto, nel letto e con le braccia al cielo durante la cerimonia del suo matrimonio è diventata virale. Ma questo, purtroppo, non l'ha salvata dal cancro che la stava consumando. Soltanto 18 ore dopo la cerimonia nuziale, in cui ha sposato l'amore della sua vita, Heather Mosher è morta. Il matrimonio era avvenuto al St. Francis Hospital di Hartford pochi giorni prima di Natale.

Braccia al cielo
Nella foto, che ha fatto il giro del mondo, Heather Mosher alza le braccia al cielo, come in segno di vittoria. Al riguardo, il marito (ora vedovo) David Mosher ha commentato a Fox8, «Mi ricorda qualcuno che sta tagliando il traguardo di una maratona o qualcosa del genere. Nessuno pensava che sarebbe arrivata così lontano. Ha dimostrato che si sbagliavano tutti e questo è quello che mi dice quella foto». Ad aver catturato il momento di gioia pura e la sfida di fronte alla morte è stata Christina Kara, la damigella d'onore al matrimonio. «Sta per gridare dai tetti che ama Dave e può dire che è sua moglie», ha dichiarato Karas.

La sua storia
La storia d'amore tra David e Heather era iniziata due anni e mezzo prima, nel maggio 2015. I due si erano incontrati a una lezione di danza swing. Da quel momento pare fossero diventati inseparabili, come confermato da David. Il 23 dicembre del 2013 per Heather doveva essere una serata speciale: il suo ragazzo le avrebbe chiesto di sposarlo, con tanto di rito classico. «Un paio di cavalli da tiro, una carrozza, e ho sistemato tutto per quella notte. Siamo andati in giro in carrozza e io le ho fatto la proposta sotto un lampione», ha raccontato David.

La brutta notizia
Ma la felicità doveva durare poco. Difatti, cinque giorni dopo la proposta di matrimonio a Heather viene diagnosticato un cancro al seno triplo negativo, una delle forme più aggressive. Da quel momento inizia il calvario per la coppia. Visite continue, consulti da i più disparati medici, trattamenti settimanali al Dana Faber Cancer Center. Lei si sottopone alle cure diligentemente, ma a settembre 2017 arriva l'ennesima sentenza: il cancro si è diffuso. «Abbiamo scoperto che era arrivato al cervello – ha spiegato David – e un paio di mesi dopo, era tenuta in vita con un tubo per la respirazione artificiale».

Ha resistito contro le previsioni
Viste le sue condizioni, in molti hanno pensato che Heather non sarebbe arrivata a ottobre. Ma, proprio quando tutto sembrava ormai giunto alla fine, lo spirito combattivo di Heather, che aveva fatto innamorare Davide, venne fuori. Anche i medici erano stupiti della sua forza, e di come potesse essere ancora in vita. Heather ha tirato fuori una forza inaspettata perché doveva attendere il suo matrimonio, che si sarebbe dovuto celebrare il 30 dicembre. Ma i medici ritenevano che non ci sarebbe arrivata. Per questo hanno parlato con il futuro sposo, proponendogli di anticipare la data. Così, i due hanno deciso di celebrare le nozze il 22 dicembre, presso la Saint Francis Chapel.

Gli ultimi momenti
Heather ha tirato fuori le sue ultime forze per concludere la cerimonia. Ha pronunciato i voti con visibile finale sforzo. E poi ha alzato le braccia al cielo, fiera di avercela fatta. Poi, soltanto 18 ore dopo la cerimonia si è arresa al suo destino: è morta nello stesso giorno in cui suo marito le aveva chiesto di sposarla anni prima.

Un altro strano caso: muore durante il viaggio di nozze: sposa stroncata da una polmonite
Uno dei momenti più belli della propria vita trasformati in un vero e proprio incubo. È accaduto a Kelly Clarke, una giovanissima infermiera di soli 24 anni deceduta improvvisamente per cause sconosciute. Solo l’autopsia è stata in grado di rivelare la vera ragione della morte. I dettagli della vicenda.

Viaggio verso l’oceano Pacifico
La coppia di giovani australiani si era sposata pochi giorni prima e aveva deciso di trascorrere uno dei momenti più belli della propria vita alle splendide isole Fiji. Proprio mentre si trovava in questo luogo paradisiaco, la povera Kelly Clarke avverte uno strano malessere che si stava facendo sempre più intenso. Per questo motivo sceglie di recarsi al pronto soccorso.

I sintomi
In realtà tutto inizia con un banale mal di stomaco, quando inaspettatamente insorge anche la febbre che con il passare delle ore diviene altissima. Tuttavia, dal momento in cui i dolori si sono fatti intensi al momento del ricovero passano poi solo venti minuti. Nonostante ciò la povera donna è morta poco dopo essere stata trasportata in ospedale.

Shock settico
Il povero marito, vedovo a pochi giorni dal matrimonio, racconta che Kelly «respirava a malapena, era in shock settico, io la stringevo, lei aveva paura di morire. È accaduto tutto in poco tempo, poi lei è morta». Inizialmente si pensava che la donna fosse stata colpita dal tifo ma a seguito delle indagini si è potuto constatare che la causa era decisamente diversa.

L’autopsia
La morta improvvisa della donna ha richiesto un’autopsia immediata che ha constatato la vera causa di decesso: si trattava di polmonite. La patologia ha provocato ben cinque arresti cardiaci in meno di un’ora. Secondo le analisi effettuate sul corpo di Kelly – ex infermiera dell’ospedale pediatrico di Westmead – la donna aveva in realtà contratto un’infezione fungina che colpisce tutti e due i polmoni. Tuttavia, secondo il marito ci sono alcuni aspetti ancora da chiarire. «Quando saremo più forti riveleremo le cause complete della morte, ma la polmonite bilaterale grave è sicuramente quella principale».

Una probabile concausa
D’altro canto è importante sottolineare che alla donna era stato diagnosticato il Lupus all’inizio dell’anno e per tale motivo stava assumendo dei farmaci steroidei che, oltre a danneggiare il sistema immunitario, aumentano il rischio di contrarre infezioni. «Il lupus può indebolire direttamente i polmoni, aumentando il rischio di polmoniti e infezioni», ha dichiarato al Daily Telegraph l'esperto di malattie infettive all'Università di Sydney Robert Booy. «Il Lupus è una malattia cronica che viene trattata con steroidi, è davvero triste che sia morta così giovane e proprio durante la sua luna di miele».

Il marito completamente scioccato dagli eventi
Il marito Clarke, come è logico pensare, è rimasto completamente scioccato dall’accaduto. E chi non lo sarebbe al posto suo? «Non so cosa dire, sono completamente devastato, per me è stato uno shock completo», ha dichiarato al Daily Telegraph. «Kelly era una meravigliosa anima gentile, l'ultima cosa che ti aspetti durante la tua luna di miele è quella di perdere tua moglie, lei aveva tutta una vita davanti a sé».

In attesa che il suo corpo ritorni in Australia
Non appena saputo l’accaduto, i genitori di Kelly Graham e Karen Shaw, hanno noleggiato un Jet privato per arrivare alle isole Figi. Il loro unico desiderio, in questo momento, è quello di poter avere il corpo della povera figlia in Australia. Ma le autorità competenti dicono che ci vorranno ancora giorni per l’approvazione. «Stiamo semplicemente seduti qui al villaggio in attesa di ottenere l'approvazione per avere il suo corpo a casa».

Una grave perdita per tutti
«Kelly era un'infermiera che amava lavorare con i bambini e sarà una grande perdita per tutti i colleghi e i pazienti», ha detto dichiarato la sorella. «Nel suo breve periodo in cui ha lavorato all'ospedale, ha avuto un grande impatto e rapidamente è diventata una persona molto amata dell’intero tram medico. È ricordata per la sua personalità calda ed empatica e per il tempo che dedicava ai suoi piccoli pazienti. L'ospedale pediatrico di Westmead estende le più profonde condoglianze e alla famiglia di Kelly, agli amici e ai colleghi, in particolare al marito».