22 agosto 2019
Aggiornato 19:32
Asportato tumore di 12 chili

Campobasso, medici asportano un tumore di 12 chili e mezzo. La donna ora sta bene

Un’equipe medica dell’ospedale di Campobasso ha asportato un tumore di dimensioni enormi in una giovane donna di 37 anni. Nessun organo vitale è stato intaccato

Asportato tumore di 12 chili e mezzo
Asportato tumore di 12 chili e mezzo Shutterstock

Una donna giovane di 37 anni, aveva un tumore enorme del peso di dodici chili e mezzo. La massa tumorale è stata asportata recentemente da un’equipe medica di Campobasso, senza intaccare in nessun modo gli organi vitali. L’intervento è stato reso possibile grazie alla Fondazione di ricerca e cura Giovanni Paolo II e da una squadra medica coordinata da Fabio Rotondi e da Francesco Cosentino. I dettagli della vicenda.

Un’operazione complessa ma non impossibile
La donna è stata sottoposta a un’operazione piuttosto complessa, ma i medici sono comunque riusciti a ottenere risultati eccezionali. La massa tumorale, infatti, era piuttosto «particolare» considerando «il peso, le dimensioni, l'importante e anomala vascolarizzazione peritoneale, e per il fatto che il tumore insisteva su organi vitali».

Nessuna lesione sugli organi vitali
L’equipe medica è riuscita a portare a termine la complicata operazione senza lesionare in alcun modo gli organi vitali. L’ospedale, d’altro canto, si è dovuto fronteggiare già in passato con operazioni di estrema complessità. Recentemente, infatti, avevano dovuto asportare un tumore di 17 chili in una paziente di 65 anni, uno di 14 in un uomo di 74 e un altro di 11 su un paziente più giovane, di 53 anni.

Un ottimo lavoro di squadra
«Tutto questo è stato possibile grazie ad un lavoro di squadra. Risultati così importanti si ottengono solo lavorando insieme. Ringrazio anche la Direzione che ha creato le condizioni, affinché noi potessimo intervenire anche in situazioni molto difficili», ha dichiarato Fabio Rotondi. Il chirurgo ha già effettuato oltre 5mila interventi effettuati in laparoscopia.

Riduzione dell’indice di moralità
La Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso, in relazione al programma nazionale esiti del 2016, ha abbassato a zero l'indice di mortalità di tumore allo stomaco, a fronte di una media nazionale del 6,12%. Molto simile anche quella dei tumori del colon che si assesta all'1,81% a considerando una media nazionale del 4,13%.