14 novembre 2019
Aggiornato 17:00
Cimici asiatiche rimedi

Cimici asiatiche: tutti i rimedi naturali (e gli stratagemmi) per allontanarle

Le cimici asiatiche stanno invadendo il nord Italia e si stanno dirigendo verso altre regioni. Tutti i rimedi e gli stratagemmi naturali per allontanarle

Rimedi naturali per le cimici asiatiche
Rimedi naturali per le cimici asiatiche Shutterstock

Se non vi bastavano le cimici italiane, eccone qua nuove specie, direttamente prelevate dall’Asia. Le asiatiche non sono poi così tanto differenti dalle nostre se non per la grandezza e colore, ma quello che è certo è che molte regioni stanno assistendo a una vera e propria invasione. E allontanarle non è così semplice, tuttavia esistono alcuni piccoli accorgimenti che ci permetteranno di vivere un po’ più tranquilli. Ecco quali.

Come riconoscere le cimici asiatiche
Le cimici asiatiche si riconoscono molto facilmente e al primo sguardo. A differenza delle nostre che sono di colore verde, infatti, le Halyomorpha halys presentano un colore marroncino, lievemente marmorizzato. E sono anche un po’ più grandi: mentre le nostre raramente arrivano oltre il centimetro, le asiatiche mediamente misurano 1,7 cm. Un altro aspetto sicuramente non gradito è che se vengono erroneamente schiacciate emettono un odore decisamente più forte di quelle nostrane. A differenza di quanto si creda, però, non sono arrivate quest’anno ma soggiornano nel nostro paese da circa cinque anni. È innegabile, tuttavia, che si stanno riproducendo a vista d’occhio.

Riproduzione velocissima
Il fatto che nel giro di poco tempo ci siamo ritrovati ad avere a che fare con centinaia di migliaia di cimici è facilmente spiegabile: ogni volta che si accoppiano, le femmine producono mediamente 250-300 uova. E se lo fanno almeno due volte all’anno, una sola cimice può generare dai 500 ai 1000 figli.

Rovinano orti e frutteti
Il problema delle cimici non è così semplice come si pensa e non riguarda solo le invasioni nelle abitazioni di città. Ad avere la peggio, infatti, sono le aziende agricole o chi possiede piccoli orti e frutteti. Amano infatti mangiare le foglie e la parte esterna dei frutti. Spesso si rileva il danno osservando gli ortaggi con attenzione: i piccoli insetti formano delle piccole fossette nella superficie del vegetale che a volte diventa giallognolo e facilmente infestato da patogeni.

I rimedi meccanici per arginare il problema
Il metodo più sicuro è quello di utilizzare delle apposite reti che proteggano gli ortaggi dall’attacco delle cimici. Chiaramente se si tratta di grossi appezzamenti di terreno la soluzione potrebbe diventare piuttosto onerosa. Più economiche, invece, le reti da apporre davanti a porte e finestre per evitare che gli insetti riescano ad entrare in casa propria. Tuttavia, per essere certi che le cimici non riescano in nessun modo a entrare, è importante chiudere eventuali fessure presenti nei muri o negli infissi.

I rimedi naturali. Come preparare una base
Il più semplice rimedio naturale è quello di preparare un liquido antiparassitario da utilizzare negli ortaggi. La base che si può preparare è quella con il sapone di Marsiglia (utile anche contro i piccoli pidocchi, afidi e acari che invadono i vegetali). Questa è in grado di colpire direttamente il corpo dell’insetto intaccandone i tessuti che in breve tempo si seccano all’aria. La preparazione è molto semplice: si sciolgono 25 grammi di sapone di Marsiglia purissimo (non quelli con ingredienti aggiunti), in 5 litri di acqua calda. Si mescola molto bene e si fa raffreddare. Si utilizza tal quale versandolo in un contenitore spray o si aggiungono dei rimedi naturali per potenziarne l’effetto. Va sottolineato che eliminare le cimici con metodi non meccanici non è semplice come farlo con gli afidi o i ragnetti rossi. In ogni caso la soluzione base può raggiungere i minuscoli pori che si trovano sotto la corazza esterna, che, al momento del disseccamento vengono occlusi e di conseguenza l’insetto muore.

I rimedi naturali che si possono aggiungere
Si possono aggiungere dei rimedi naturali alla base come, per esempio, dell’olio essenziale di neem – un noto antiparassitario. Anche se in questa caso va sottolineato che il metodo è molto più efficace quando utilizzato per pidocchi o simili. Altri rimedi antiparassitari sono il macerati di ortica e assenzio.

La soluzione migliore: quella del Crea
I ricercatori del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, sembrano essere riusciti a trovare una soluzione per dire per sempre addio alle cimici asiatiche. E anche in questo caso il rimedio è completamente naturale. Pare che un insetto chiamato Ooencyrtus telenomicida sia in grado di eliminare in maniera piuttosto rapida tutte le uova della cimice asiatica. Dagli esperimenti è emerso che una sola femmina, in appena 24 ore, parassiti il 35% delle uova. Si tratta di un insetto minuscolo, quasi invisibile che sembra si possa allevare in biofabbriche. Se il tutto verrà confermato, probabilmente nel giro di poco tempo non dovremmo più scontrarci con uno degli insetti più maleodoranti che esiste nel nostro paese.