18 novembre 2019
Aggiornato 02:00
Cimice di troppo

Invasione da cimici verdi e cimici asiatiche nelle case. Ecco come gestire il problema

Continuano a tormentare con la loro presenza le cimici, sia quelle 'nostrane' verdi che quelle asiatiche. Per aiutare nel gestire il problema, la Città di Torino ha pubblicato una guida pratica

Cimice asiatica
Cimice asiatica Shutterstock

TORINO – Il freddo è arrivato, e le cimici che dovrebbero sparire invece continuano a rifugiarsi nelle case e a creare fastidi, oltre che minacciare le colture. Se dapprima si aveva a che fare con la cimice 'nostrana' o cimice verde (Nezara viridula), da alcuni anni dobbiamo fare i conti anche con la cimice asiatica (Halyomorpha halys). Questi insetti, che ricordiamo non sono ritenuti pericolosi per l'uomo, lo sono invece per le colture. L'uomo, semmai, ne trae fastidio, dato che quando inizia a fare freddo le cimici cercano riparo proprio nelle case, e poi riempiono o ricoprono letteralmente i muri, s'infilano nei cassonetti e negli interstizi delle finestre. Non è infrequente quando in casa c'è silenzio, specie alla sera con le luci accese, sentire poi il classico ronzio che segnala la presenza di questi insetti.

Gestire il problema
A fronte del problema il Settore Fitosanitario della Regione Piemonte ha diramato una comunicazione che, «oltre a informare la popolazione, suggerendo la migliore gestione del fenomeno, chiede il contributo di tutti per arginare e contenere il più possibile la proliferazione di questo insetto. Il servizio Verde pubblico gestione della Città di Torino non effettua negli spazi pubblici interventi di disinfestazione, a causa del ristretto numero di sostanze insetticide utilizzabili in ambito urbano e per la velocità con la quale questi insetti si spostano, sfuggendo agli insetticidi e rioccupando i luoghi già disinfestati a effetto terminato». Per arginare il fenomeno i cittadini possono dare il loro contributo, per esempio adottando comportamenti preventivi e utilizzando metodi meccanici di contenimento o eliminazione come zanzariere, sigillatura fessure, vapore per stanare i gruppi, aspirazione, ghiaccio spray, immersione in acqua e sapone – si legge nella nota.
Indicazioni utili per i cittadini si trovano nella scheda elaborata dal Servizio Fitosanitario della Regione Piemonte e dalla Fondazione Agrion, scaricabile al seguente link: http://www.regione.piemonte.it/agri/area_tecnico_scientifica/settore_fitosanitario/vigilanza/dwd/2017/Scheda_Cimice_Ottobre.pdf.

Una scheda completa sul fenomeno anche nel sito della Città di Torino, http://www.comune.torino.it/verdepubblico/2017/altrenews17/attenzione-alla-cimice-asiatica-2.shtml