Insetti nella pasta

Insetti nella pasta acquistata al supermercato. E il video diventa virale

Un utente di Facebook pubblica un video che diventa virale nel giro di poche ore. La pasta è infestata da insetti. Ma niente paura: sicuramente si tratta di un fatto isolato.

Insetti nella pasta
Insetti nella pasta (Walter Bilotta | Shutterstock)

Oramai su internet sembra essere iniziata la guerra verso gli alimenti dannosi, contaminati o alterati. Oltre ai vari richiami alimentari del Ministero della Salute -un giorno sì e un giorno no vengono ritirati prodotti – ora emerge anche il caso di uomo che ha pubblicato su Facebook un video che è divenuto virale. Secondo quanto dichiarato da Il Giornale, nel pacco di pasta appena acquistato un acquirente avrebbe trovato una sgradita sorpresa.

Insetti che camminano nella pasta
Oggigiorno non ci siamo più abituati, ma un tempo era abbastanza comune trovare dei piccoli insetti nella pasta o nella farina. Tant’è vero che i nostri nonni, di routine, setacciavano la farina per eliminare eventuali animaletti. Chiaramente trovarli ai giorni nostri, in un pacco di pasta che magari abbiamo pagato anche abbastanza caro, potrebbe non essere del tutto piacevole. Ma non è neppure un dramma.

Insetti nella pasta, commento su un profilo facebook
Insetti nella pasta, commento su un profilo facebook (Screenshot da Facebook)

Il commento
Il Giornale, riporta il commento di un video pubblicato sulla pagina Facebook di un certo Nico Giminiani: «Comprato ieri all'Iper una delle paste più buone. Guardate che schifo». Le immagini mostrano un insetto che si muove all’interno di un pacco di pasta da mezzo chilo, di una nota marca alimentare. L’alimento è stato acquistato presso l’ipermercato Colonnella a Teramo.

La risposta di una donna che lavora presso l’ipermercato
Tra le tante risposte al video – che è divenuto virale – emerge quella di una donna di nome Barbara che sostiene di lavorare presso l’ipermercato. Chiaramente nessuno di noi ha sufficienti dati per confermare che la pasta sia stata acquistata davvero lì o che la donna davvero sia realmente una dipendente del supermercato. «Visto che ci lavoro mi sento in dovere di commentare dicendo che è sicuramente un disagio per chi compra. Comunque essendo la marca che sta in offerta questi pacchi sono arrivati tutti non più di un mese fa, dietro il banco della pasta abbiamo tantissimi sistemi anti-animaletti ma purtroppo può succedere perché a volte ci arrivano dei pacchi così e c'è il rischio che se anche c'è un solo animaletto all'interno del pacco di pasta (quindi non è sicuramente facile da vedere) in pochi giorni il pacco può diventare così! Ovviamente riportalo perché anche noi dobbiamo segnalarlo grazie».

Visto da quasi ventimila persone
Come sempre accade in questi casi, il video è diventato virale ed è stato già visto da quasi ventimila persone. E se da un lato è vero che non è uno spettacolo vedere insetti all’interno degli alimenti, dall’altro è un fatto abbastanza normale e non dovrebbe stupire poi più di tanto. A volte la colpa è solo un piccolo foro che si trova nel pacco. Ma non solo perché i minuscoli insetti depongono le loro uova nei chicchi delle spighe di grano e – se le condizioni lo permettono – possono schiudersi e dare origine a tanti animaletti, chiamati punteruoli del grano.

Non si possono eliminare totalmente
Tali uova non sono così facilmente eliminabili – nonostante il processo di produzione sfavorisca la loro vitalità. Per farlo, infatti, sarebbe necessario portare la pasta a una temperatura superiore ai 75 gradi. E va da sé che in quel modo la pasta sarebbe praticamente cotta.

Non è un problema di mancanza di igiene
Il video probabilmente ha fatto scalpore – specie nelle persone di città che non sono abituate a vedere questo genere di fenomeni – perché si tratta di fatti abbastanza rari. Tuttavia è importante sottolineare che questo genere di eventi non si verifica per mancanza di igiene durante il processo produttivo. È molto più probabile che accada a causa di alcuni disattenzioni dopo la messa in commercio. Spesso un pacco leggermente aperto da micro fori, conservato insieme ad altri cereali o legumi (per esempio farine) o in condizioni di umidità può risvegliare le piccole uova. D’altro canto esiste una legge che stabilisce come il prodotto secco non possa avere un tenore di umidità superiore al 12,5%. Quindi non è necessario rimanere inorriditi davanti a un minuscolo insetto, seppur raramente, sono fatti che accadono in maniera del tutto normale. Non c’è bisogno di stupirsi poi così tanto. La pasta si potrebbe consumare ugualmente, ma se proprio si vuole si può richiedere la sostituzione del prodotto armati di scontrino fiscale. Nel frattempo, godetevi il video.