11 dicembre 2019
Aggiornato 15:30
Allarme batteri killer

Treviso, ucciso dal batterio killer nel giro di due giorni

Angelo Corazza, ricoverato all’ospedale di Oderzo in provincia di Treviso muore nel giro di due soli giorni dopo che era stato infettato da un batterio killer. La fascite necrotizzante, cos’è e i sintomi

La fascite necrotizzante ha ucciso un uomo in soli due giorni
La fascite necrotizzante ha ucciso un uomo in soli due giorni Shutterstock

PONTE DI PIAVE – E’ morto nel giro di due giorni per un’infezione causata da un batterio killer. Accade a Oderzo, in provincia di Treviso. Angelo Corazza, di 74 anni e geometra in pensione, residente a Levada di Ponte di Piave era stato ricoverato presso l’ospedale di Oderzo perché malato da un paio di anni. Mentre era ricoverato ha accusato un lieve rialzo termico, che tuttavia dopo un po’ è degenerato, causando il peggioramento improvviso delle sue condizioni, riportano i media locali. All’inizio si pensava che la febbre fosse dovuta a una semplice infreddatura, ma il sintomo purtroppo mascherava una condizione sottostante molto più grave. Secondo le prime informazioni Angelo Corazza sarebbe stato infettato da un batterio killer della famiglia degli streptococchi. L’ex geometra, appassionato di storia locale, lascia una moglie e una figlia (Katia) architetto che ora gestisce lo studio del padre.