18 agosto 2019
Aggiornato 23:00
Salute

Asma, troppa igiene può far ammalare

L’ossessione per l’igiene pare abbia causato diversi problemi all’umanità. Per esempio, rendere l’acqua più pulita o disinfettare tutto uccide anche i batteri ‘buoni’ dell’intestino e fa aumentare i casi di asma

Asma: troppa igiene può esserne la causa
Asma: troppa igiene può esserne la causa Shutterstock

BOSTON – Ripuliamo il mondo. Un’intenzione che può a prima vista apparire nobile, ma che per certi versi pare abbia creato non pochi problemi all’umanità – specie in termini di salute. L’ossessione per l’igiene può essere un’arma a doppio taglio.

Limiti l’una, aumenti l’altra
L’aver deciso di fornire acqua pulita per tutti può essere stato un progresso, che in molti casi ha evitato di contrarre malattie anche mortali. Ma come detto, questa pratica igienica ha il suo risvolto della medaglia: in alcuni casi può aumentare il rischio di asma. Allo stesso modo, l’igiene tout-court ha messo in serio pericolo la salute della flora batterica intestinale – con una ripercussione negativa sul sistema immunitario.

La scoperta
Gli scienziati hanno così scoperto che l’igiene non è detto sia indispensabile in tutti i casi. Parlando proprio di questo all’annuale meeting della American Association for the Advancement of Science di Boston, il dottor Brett Finlay ha spiegato che l’ossessione per l’igiene potrebbe anche rendere alcuni batteri benefici presenti nell’intestino umano in una ‘specie in pericolo di sopravvivenza’.

Il ruolo dei batteri nell’asma
I ricercatori canadesi hanno condotto uno studio in cui si è scoperto che la presenza di quattro tipi di batteri nell’intestino dei bambini con meno di 100 giorni di vita sembrava impedire loro di sviluppare l’asma più avanti con l’età. In seguito a ciò, hanno deciso di constatare se la stessa cosa valeva per i bambini in altre parti del mondo – e in particolare in Ecuador, dove circa il 10% dei bambini ha l’asma.

Il nuovo studio
Nel nuovo studio gli scienziati hanno osservato che questi batteri offrivano lo stesso effetto protettivo nei confronti dell’asma. Ma, allo stesso tempo, hanno trovato che vi erano due imprevisti fattori che invece aumentavano il rischio: un particolare tipo di lievito presente nell’intestino e l’accesso a una fonte di acqua pulita. «Ironicamente, i bambini che avevano a disposizione acqua pulita avevano un rischio più elevato di asma – ha dichiarato il dottor Finlay della British Columbia University – Credo che questo abbia senso [per via del basso livello di batteri presenti], ma devo ammettere che siamo rimasti sorpresi nell’osservare ciò. Si potrebbe pensare che l’acqua pulita è un bene per il mondo – ha proseguito il ricercatore – Direi che stiamo soffrendo di una sbornia da igiene. Abbiamo ripulito troppo il mondo».

Pulizia etnica
L’ossessione dunque di voler uccidere i batteri a tutti i costi – costi quel che costi – ha ingenerato un circolo vizioso per cui anche i batteri che invece sono utili vengono sterminati, in una sorta di ‘pulizia etnica’. «Ci siamo evoluti con questi microbi, tutti insieme – sottolinea Finlay – Io penso che dobbiamo ripensare questa guerra assoluta contro tutti i microbi. Ucciderli tutti penso sia sbagliato». Concludendo, il ricercatore ha tuttavia precisato ci sono stati molti benefici dall’igiene, come l’essersi liberati di certe malattie infettive. Ma è comunque bene comprendere che gli eccessi non vanno mai bene, né in una direzione né in un’altra.