5 giugno 2020
Aggiornato 15:00
Salute

A stare seduti si invecchia di 8 anni prima del tempo

Le persone che stanno per molto tempo sedute vanno incontro a tutta una serie di problemi di salute. Un nuovo studio suggerisce infine che le donne sedentarie invecchiano in media di 8 anni prima del tempo

Donne sedentarie invecchiano prima
Donne sedentarie invecchiano prima Shutterstock

SAN DIEGO – Gli scienziati americani dell’Università della California a San Diego (UCSD) mettono in guardia dallo stare per troppo tempo seduti o l’essere sedentari. In particolare, si è scoperto che chi è sedentario invecchia prima e dimostra – anche a livello cellulare – otto anni in più.

Invecchi prima
L’incubo di molte donne è l’apparire più vecchie di quello che si è. Ma, in questo caso, non si tratta soltanto di un’apparenza a livello fisico o estetico, l’invecchiare prima del tempo è una faccenda che coinvolge l’intero organismo e le cellule, con tutte le negative conseguenze del caso. Ed è proprio questo che hanno scoperto i ricercatori dell’UCSD: le cellule delle donne sedentarie appaiono biologicamente molto più vecchie della loro età reale.

Lo studio
Per scoprire come le cellule invecchino prima se si sta troppo seduti o si fa poca attività fisica, gli autori dello studio hanno coinvolto quasi 1.500 donne anziane per poi analizzare lo stato delle cellule. Le partecipanti, di età compresa tra i 64 e i 95 anni, per la durata dello studio hanno risposto a questionari e indossato per sette giorni un dispositivo atto a monitorare i loro livelli di attività. «Il nostro studio ha trovato che le cellule invecchiano più velocemente con uno stile di vita sedentario – spiega il dottor Aladdin Shadyab – L’età anagrafica non sempre corrisponde all’età biologica».

Poca attività
A essere interessate dall’invecchiamento cellulare maggiore erano le donne che stavano sedute per più di 10 ore al giorno o facevano meno di 40 minuti di attività fisica moderata quotidiana. Queste mostravano di avere telomeri più corti, che sono indice di invecchiamento, dato che proteggono i cromosomi dal declino. Questi telomeri, che si accorciano naturalmente con l’avanzare dell’età, possono tuttavia accorciarsi prima del tempo e in modo più rapido. La conseguenza è non solo l’invecchiamento precoce, ma anche un aumentato rischio di malattie come quelle cardiovascolari e cardiache, il diabete e il cancro. «Abbiamo scoperto che le donne che stavano sedute più a lungo non avrebbero mostrato un maggiore accorciamento dei telomeri se avessero fatto attività moderata per almeno 30 minuti al giorno, come consigliato dalle linee guida nazionali», ha concluso il dott. Shadyab. Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Epidemiology, non stabilisce tuttavia un rapporto di causa/effetto tra invecchiamento accelerato e la mancanza di esercizio fisico.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal