29 settembre 2020
Aggiornato 13:30
Pediatria

L’allattamento al seno previene le infezioni dell’orecchio

Rischi ridotti di otite e infezioni all’orecchio con l’allattamento al seno. Migliori risultati, poi, si ottengono quando la mamma non fuma e con l’uso dei vaccini

TEXAS – Ricercatori Usa hanno scoperto che nei bambini allattati al seno ci sono meno casi di infezioni all’orecchio, come per esempio l’otite. Se poi all’allattamento si abbinano i vaccini e la mamma evita di fumare, si ottengono migliori risultati in fatto di prevenzione.

Un connubio di fattori
Abbinando dunque un sano allattamento al seno, con un sano atteggiamento nei confronti del vizio del fumo e dei vaccini, il rischio di infezioni all’orecchio scende in modo significativo. Questo quanto scoperto dai ricercatori dell’University of Texas Medical Branch a Galveston, che hanno tenuto d’occhio per sei anni un gruppo di 367 bambini, di età compresa tra i 3 mesi e i 12 mesi.

I risultati
La prof.ssa Tasnee Chonmaitree e colleghi del Dipartimento di Pediatria dell’UT, hanno scoperto che la combinazione di alcuni fattori come l’allattamento al seno, l’esposizione al fumo passivo e la storia famigliare hanno condizionato in modo significativo i tassi di infezione dell’orecchio. Nello specifico, quando vi era l’abbinamento di allattamento al seno, una ridotta o nulla esposizione al fumo, i tassi d’infezione sono scesi dal 18 al 6 per cento nei bambini di tre mesi d’età; dal 39 al 23 per cento nei bambini di 6 mesi e dal 62 al 46 per cento nei bambini di un anno.

Le analisi
Per analizzare l’incidenza delle infezioni, durante lo studio i ricercatori hanno raccolto campioni di muco da naso e gola dei bambini. I genitori hanno anche comunicato al team ogni episodio infezione all’orecchio o infezione delle vie respiratorie superiori, come un comune raffreddore, che si presentava nel proprio bambino. Dopo la segnalazione, un medico esaminava il bambino entro cinque giorni. «Abbiamo chiaramente dimostrato che frequenti infezioni delle vie respiratorie superiori, presenza di batteri nel naso, e la mancanza di allattamento al seno sono i principali fattori di rischio per le infezioni dell’orecchio – ha spiegato la dott.ssa Chonmaitree – L’allattamento al seno prolungato è stato associato a una significativa riduzione dei casi di raffreddore così come le infezioni dell’orecchio, che sono una complicazione del raffreddore». Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics.