24 giugno 2024
Aggiornato 15:30
Tutto sull’otite. Cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Otite o mal d’orecchi. Cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Cos’è l’otite, le cause, i sintomi, la diagnosi, le cure e i rimedi naturali

1. Che cos’è l’otite o mal di orecchi?
L’otite è un’infiammazione dell’orecchio. Si suddivide in due tipi:

  • Otite esterna, quando colpisce il condotto uditivo esterno o padiglione
  • Otite media, colpisce la zona media localizzata dopo la membrana timpanica e la membrana stessa.

2. Quali sono le cause dell’otite?
L’otite, o mal d’orecchi, è in genere causata da tre tipi di patogeni

  • Virus
  • Batteri
  • Funghi

In particolare

  • L’otite esterna è di solito provocata dal contatto con agenti patogeni come batteri, da ferite, da un utilizzo improprio dei bastoncini di cotone (detti «cotton fioc»), da corpi estranei, da allergie o sostanze irritanti.
  • L’otite media è in genere causata da virus, batteri o funghi. Spesso è una complicanza di un’infezione delle vie aeree o gola (anche a seguito di raffreddori o influenza, tonsillite ecc.). Dalla faringe, gli agenti patogeni raggiungono la tromba di Eustachio fino a penetrare nell’orecchio medio.

3. Quali sono i sintomi dell’otite?
I sintomi principali sono in generale

  • dolore più o meno acuto.

Il dolore, a seconda se si tratti di otite esterna o media, si localizza o all’esterno del padiglione uditivo (che peggiora con il contatto) o all’interno del condotto.

In caso di otite esterna, altri sintomi possono essere

  • Prurito
  • Bruciore
  • Eccesso di secrezioni o cerume
  • Ipoacusia temporanea (riduzione dell’udito, senso di orecchio tappato).

In caso di otite media, altri sintomi possono essere

  • Dolore intenso all’interno del condotto e in gola
  • Riduzione anche forte dell’udito a causa del gonfiarsi della membrana timpanica
  • Escrezioni dense e fuoriuscita di pus
  • Febbre, anche elevata
  • Irritabilità
  • Insonnia
  • Feci molli o diarrea
  • Rischio di perforazione del timpano

4. Come si ottiene una diagnosi di otite?
La diagnosi, che dev’essere formulata dal medico (otorinolaringoiatra), si ottiene per mezzo di esami visivi e auscultativi, per esempio con l’otoscopio. In alcuni casi è possibile analizzare il siero che fuoriesce dall’orecchio, mediante coltura batterica o fungina.

5. Quali sono le cure per l’otite?
Le cure e i rimedi dipendono dal tipo di otite.
Nel caso di otite esterna, di solito si utilizzano rimedi a uso topico (o locale) come disinfettanti, antidolorifici o antinfiammatori. In alcuni casi, per lenire il dolore possono essere prescritti o assunti per via orale farmaci antalgici. Se il problema è dovuto a infezione, possono essere prescritti farmaci antibiotici o antimicotici (antifungini).
Nel caso di otite media, le cure tradizionali di solito utilizzano farmaci antibiotici o antifungini, a seconda del tipo di infezione. Se il problema è accompagnato da una malattia da raffreddamento, sarà curata insieme anche quella. Stessa cosa se l’origine è di natura allergica.

Tra i rimedi naturali, troviamo

  • Le gocce a base di aglio. Si prepara un decotto di aglio facendo bollire una tazza d’acqua in cui si metteranno due-tre spicchi d’aglio. Lasciare sobbollire per qualche minuto e poi spegnere la fiamma. Attendere che il decotto diventi appena tiepido (attenzione! Non deve scottare) e poi instillare qualche goccia nel condotto uditivo. L’aglio possiede proprietà antibatteriche note anche alla scienza.
  • Le gocce a base di cipolla. Si preparano e si usano allo stesso modo dell’aglio.
  • Acqua e sale. Anche una miscela di acqua e sale può essere utile nei casi non gravi. Il sale possiede proprietà antibatteriche. Un cucchiaino in una tazza d’acqua tiepida da usare poi con il contagocce. Si può usare per disinfettare anche in caso di otite esterna.
  • Gocce con cajeput. Si possono anche preparare delle gocce con olio vegetale e olio essenziale di cajeput (antibatterico). In 10 ml di olio vegetale spremuto a freddo versare 5 gocce di olio essenziale di cajeput. Instillare qualche goccia di questa miscela tiepida nel condotto uditivo.
  • Estratto di lobelia. Gli erboristi ritengono l’estratto di lobelia particolarmente adatto in caso di otite. Si instilla nel condotto uditivo per lenire il dolore. Per l’utilizzo rivolgersi all’erborista di fiducia o al medico fitoterapista.
  • Suffumigi. Rimedio della nonna sempre valido. Nel caso l’otite sia causata o accompagnata da raffreddore (e catarro o muco) si potrà facilitarne lo scioglimento con i suffumigi. In acqua bollente versare del sale marino e del bicarbonato. Si possono anche aggiungere oli essenziali balsamici come eucalipto, pino.