20 maggio 2019
Aggiornato 10:30
Tutto sull’orticaria. Cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Orticaria cause, sintomi, cure e rimedi naturali

Cos’è l’orticaria, l’orticaria nei bambini, le cause, i sintomi, la diagnosi, le cure e i rimedi naturali

1. Che cos’è l’orticaria?
L’orticaria è un disturbo infiammatorio che si manifesta con un’eruzione cutanea. I segni caratteristici sono dei pomfi (o pustole) di diverse dimensioni e di colore rossastro o biancastro.

L’orticaria si divide in

  • Orticaria acuta (o spontanea), che regredisce dopo pochi giorni
  • Orticaria cronica, quando i sintomi durano più di due mesi

2. Quali sono le cause o i fattori scatenanti l’orticaria?
Le cause o i fattori scatenanti l’orticaria possono essere diversi e molteplici. Tra questi

  • Allergie
  • Intolleranze alimentari
  • Virus
  • Batteri
  • Farmaci (antipiretici, antidolorifici, antibiotici, anti-ipertensione)
  • Malattie dell’apparato respiratorio
  • Stress
  • Ansia, emotività

3. Quali sono i sintomi dell’orticaria?
Come accennato, la comparsa sulla cute di pomfi. E poi

  • Prurito
  • Dolore
  • Bruciore
  • Edema (gonfiore)

Nei casi più gravi o cronici si possono anche presentare

  • Febbre (anche elevata)
  • Dispnea (difficoltà a respirare)
  • Diarrea
  • Mal di testa
  • Dolori articolari
  • Stanchezza

4. Come si ottiene una diagnosi di orticaria
La diagnosi, che spetta al medico, spesso è di facile formulazione: basta osservare i pomfi e capire cosa si è fatto poco prima che comparissero. In alcuni casi, come quella cronica, potrà essere necessario eseguire degli esami per escludere altre patologie sottostanti (tumori, malattie autoimmuni, allergie più o meno gravi).

5. Come si cura l’orticaria?
Nel caso di orticaria acuta o spontanea, spesso non occorre fare alcunché: dopo pochi giorni (a volta anche solo qualche ora) passa da sé. In questo caso, se per esempio è comparsa dopo l’assunzione di un determinato cibo o farmaco, basterà sospenderne l’assunzione o l’utilizzo. In tutti i casi, e in linea generale, è bene evitare contatto con l’agente scatenante, qualunque esso sia.

Nel caso di orticaria cronica, il medico potrà prescrivere (a seconda di quale ne sia la causa) dei farmaci come

  • Antistaminici non sedativi
  • Immunosoppressori
  • Antileucotrienici (antistaminici delle vie respiratorie)
  • Antiserotoninici (antiallergici)
  • Calcio-antagonisti (antiipertensivi)

Lo stesso medico potrebbe suggerire terapie come l’agopuntura e l’integrazione di fermenti lattici e probiotici.

Tra i rimedi naturali troviamo

  • Impacchi con compresse di acqua fredda e amido in polvere
  • Olio essenziale di camomilla con cui tamponare la pelle: diluire 10 gocce in 10 ml di olio di mandorle dolci.
  • Olio essenziale di melissa: stessa procedura dell’olio essenziale di camomilla.
  • Curcuma. Dall’effetto antinfiammatorio, la polvere diluita in olio vegetale può essere utilizzata per tamponare la cute. Attenzione: la curcuma colora di giallo la pelle.
  • Calendula. Possiede un’azione antistaminica, grazie alla quercetina. Per l’uso chiedere consiglio all’erborista di fiducia.
  • Tisane rilassanti. Se l’origine è da stress, ansia, emotività, si può ricorrere a tisane rilassanti come quelle di melissa, passiflora, valeriana, meliloto, camomilla, biancospino.

6. Quali alimenti possono scatenare l’orticaria (specie nei bambini)?
Ci sono alcuni alimenti ricchi di istamina, che può essere causa di reazioni allergiche.
Tra questi ci sono

  • Fragole
  • Pomodori
  • Spinaci
  • Formaggi stagionati
  • Cacao e cioccolato
  • Pesce in scatola
  • Crostacei
  • Frutta secca (per esempio le arachidi)
  • Salumi e insaccati
  • Funghi